Rapina al rivale l’incasso dello spaccio COMMENTA  

Rapina al rivale l’incasso dello spaccio COMMENTA  

Ha rapinato l’incasso della serata di spaccio al rivale in affari dopo la mezzanotte nella zona di Porta Palazzo.

I carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno assistito in diretta alla rapina e hanno arrestato pusher il marocchino, residente in città, che aveva appena aggredito e colpito al volto con calci e pugni un connazionale, procurandogli trauma cranico non commotivo e svariate abrasioni e contusioni in tutto il corpo.

Leggi anche: Una polveriera in camera da letto, arrestato 47enne


L’obiettivo dell’aggressione era il portafogli dell’uomo contenente 420 euro, provento dello spaccio della droga avvenuto durate la serata.

 

Leggi anche

martello
Torino

Tragedia a Torino: uccide la moglie con un martello prima di impiccarsi

Un uomo di 69 anni ha ucciso la moglie 72enne con un martello, poi si è suicidato. All'origine del gesto, un debito contratto all'insaputa della famiglia. Un cruento omicidio-suicidio scaturito da un dramma della povertà: è quanto avvenuto, con ogni probabilità nella notte tra il 20 e il 21 ottobre, a Torino, nel quartiere Santa Rita. Le vittime sono Natalina Montanaro, 72 anni, e Francesco Tonda, 69, che vivevano da soli in un appartamento in Corso Orbassano 376: a scoprire i cadaveri, nelle prime ore della mattinata, il figlio della coppia, allarmato da alcuni SMS inviatigli dal padre. È stato Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*