Rapina + stupro: la terribile notte di un uomo a Nola COMMENTA  

Rapina + stupro: la terribile notte di un uomo a Nola COMMENTA  

La violenza che non ti aspetti. E’ accaduto a Nola, nella notte tra sabato e domenica. La vittima è un uomo, i malviventi sono due, e non l’hanno fatta franca. L’ accuso è di rapina, estorsione e violenza sessuale. I due rapinatori, un 35enne e un 19enne, entrambi già conosciuti alle forze dell’ordine, hanno sorpreso l’uomo mentre era fermo in macchina, in piena notte. Sono armati e lo derubano di tutto. Non ancora sazi, lo costringono a fare sesso con uno di loro, e con il telefonino l’altro riprende la scena. Poi il ricatto: “Vogliamo mille euro o diffondiamo il filmato su internet e tappezziamo i muri di Saviano (ndr: la cittadina dove risiede la vittima) delle foto di questa notte”, questo il senso della minaccia, come riportato da un sito web, ‘notiziegay.it’.
L’ uomo è sconvolto, ma ha la forza di chiamare la polizia e la lucidità di riconoscere i ricattatori dalle foto segnaletiche. Il giorno dopo i due vengono presi: hanno ancora in tasca gli oggetti rubati la notte precedente. L’accusa si aggrava qualche ora dopo: altre due persone derubate riconoscono i malviventi. Stavolta però non c’è traccia di violenza accessorie, sintomo di una tendenza pericolosa: le rapine, a Napoli e dintorni, possono avere delle code ben difficili da dimenticare.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*