Rapinatore onesto, furto silenzioso finisce male COMMENTA  

Rapinatore onesto, furto silenzioso finisce male COMMENTA  

13

Un rapinatore “troppo onesto” entrato in una banca a Bellingham, stato di Washington, non ha urlato “fermi tutti questa è una rapina”, ma l’ha scritto su un biglietto che ha dato al cassiere, il quale, mentre gli consegnava il denaro, ha premuto l’allarme silenzioso.

Il ladro è uscito col bottino ma, anziché fuggire, ha atteso gli agenti passeggiando nervosamente davanti alla banca e ha confessato loro la rapina, ma anche il senso di colpa che l’ha costretto ad attenderli e farsi arrestare.

Ora spera che il giudice sia indulgente verso un rapinatore reo di rapina a mano armata mas pentito.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*