Real Estate : parla Bruno Vettore, il n°1 dei network immobiliari

Economia

Real Estate : parla Bruno Vettore, il n°1 dei network immobiliari

Real Estate : parla Bruno Vettore, il n°1 dei network immobiliari
Real Estate : parla Bruno Vettore, il n°1 dei network immobiliari

Intervistiamo Bruno Vettore, uno dei maggiori protagonisti del settore immobiliare in Italia, con esperienza trentennale al vertice di importanti aziende come Tecnocasa, Pirelli Real Estate, Gabetti, attuale Presidente di Assofranchising Servizi ed alla guida di BV Invest, società che si occupa di formazione, consulenza strategica e network development.

Si sente parlare di ripresa del mercato, ma questo è confortato dai dati ?

Il mercato immobiliare è in un momento di graduale ripresa ed il numero delle compravendite è in crescita. Si stima di terminare l’anno con un numero complessivo di circa 440/450.000 transazioni, quindi in lieve aumento rispetto allo scorso anno.

E i prezzi, sono fermi o salgono?

I prezzi sono stabili e la richiesta non è ancora a livelli tali da determinare un sensibile aumento. Credo che un ripresa dei prezzi si potrà avvertire a partire dalla seconda metà del 2016.

Le banche sono tornate ad erogare mutui?

Questa è sicuramente una novità importante.

La politica creditizia degli Istituti Bancari è maggiormente orientata a soddisfare le richieste della clientela. Ovviamente le percentuali di intervento difficilmente superano il 60/70% del valore dell’immobile e le garanzie richieste sono molte. I tassi di interesse sono comunque molto bassi e questo rende interessante l’argomento.

Lei ha operato molto in rete di franchising, che sembrano in crisi. E’ vero?

No. È che mancano gli investimenti necessari. L’asset principale di un sistema di franchising è il brand, il marchio, ma se questo non viene adeguatamente pubblicizzato e se quindi non acquista notorietà e popolarità, l’intero sistema perde di efficacia e di interesse per il pubblico e di conseguenza anche per gli affiliati. Inoltre è evidente l’incapacità di rinnovare molte formule presenti da molto sul mercato, unitamente al mancato adeguamento dei servizi offerti alle reti.

Insomma non è la formula in crisi, ma la sua applicazione.

E la figura dell’agente immobiliare?

L’agente immobiliare è in fase di totale evoluzione.

Negli ultimi dieci anni è cambiato quasi tutto, c’è stato soprattutto l’avvento del web e delle nuove tecnologie, che spesso ha trovato impreparati gli operatori. Si stima che il tasso di informatizzazione degli agenti immobiliari è basso nel 30% dei casi, medio nel 55% e alto solo nel 15%.

1 Trackback & Pingback

  1. Real Estate : parla Bruno Vettore, il n°1 dei network immobiliari | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche