Reato di Tortura: il centrodestra stoppa il testo COMMENTA  

Reato di Tortura: il centrodestra stoppa il testo COMMENTA  

Ancora una volta un intoppo frena la corsa verso l’introduzione del reato di tortura in Italia: dopo due giorni di discussione, difatti l’Aula di Palazzo Madama ha deciso di rinviare il testo elaborato da Felice Casson in Commissione per “ulteriori approfondimenti”

Gli autori dello stop sono Pdl, Lega, Udc i quali temono che la legge ( formulata nella Convenzione Onu e ratificata nel 1988), possa ostacolare l’autonomia delle forze dell’ordine. il punto più controverso è stato l’art.1 che parla di “reiterate lesioni o sofferenze fisiche o psichiche ad una persona”; il centrodestra vorrebbe eliminare i danni psichici.


Felice Casson, indignato ha commentato: “E’ un vergognoso gioco a rimpiattino. In commissione il testo è stato approvato all’unanimità. Abbiamo proposto almeno dieci soluzioni possibili ma evidentemente qualsiasi soluzione al centrodestra non va bene.

C’è chi vuole che la tortura in Italia non sia un reato”

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*