Recensione del film “Beautiful Creatures” COMMENTA  

Recensione del film “Beautiful Creatures” COMMENTA  

Protagonisti: Alden Ehrenreich, Alice Englert, Jeremy Irons, Viola Davis, Emmy Rossum, Thomas Mann, Emma Thompson, Eileen Atkins, Margo Martindale, Zoey Deutch, Tiffany Boone, and more.

Leggi anche: Firenze si aggiudica i Mondiali di Ciclismo 2013

Diretto da : Richard LaGravenese
Sceneggiatura di: Richard LaGravenese
Ispirato al romanzo di: Kami Garcia and Margaret Stohl
Fotografia di: Philippe Rousselot Original Music by: Thenewno2

Trama: Ethan è stanco di vivere nella città sperduta nel nulla di Gatlin. Ma quando ritorna a scuola per il suo ultimo anno, incontra una nuova studentessa, Lena Duchannes, e le ricorda la ragazza che l’ha perseguitato nei suoi sogni per settimane. Quindi nonostante ciò, o proprio per questo, e per il fatto che fa parte dell’incredibile famiglia Ravenwood, trova che sia l’essere più affascinante che abbia mai visto in tanti anni. Ma contrariamente a quello che vorrebbe, uscire con i Ravenwoods può essere mortale.

Leggi anche: L'Italia avanza a stento. I dati Istat non sono incoraggianti per l'occupazione

Recensione:

1) Recitazione- Decisamente buona: nel ruolo di Ethan, Alden Ehrenreich ci da la prova di uno strano, complicato, teenager che è troppo divertente da vedere.gives . Alice Englert ha una buona chimica con Alden, cosa che l’ha resa una bella e credibile storia romantica. Emma Thompson è stata una grande sorpresa, e l’ho amata in questo ruolo.


2) Effetti Speciali- Promossi : anche se gli effetti erano un po’ scarsi all’inizio del film, ne vediamo sempre di più man mano che la storia va avanti. Molti di questi effetti erano più sotterranei, altri più ovvi, ma tutti fatti in modo eccezionale. La battaglia delle volontà nella sala da pranzo è stata straordinario. La tempesta durante il punto più alto del film ha tolto il fiato. La scena con la neve che cadeva era meravigliosa. Un sacco di bei lavori dal team degli effetti speciali.

L'articolo prosegue subito dopo


3) Trama/Storia – Pollice in su: il film è ambientato nel Sud, quindi il fatto che la storia abbia bisogno di tempo per essere raccontata, c’era da aspettarselo. Non ho letto la serie “Beautiful Creatures” su cui si basa il film, quindi non posso dire quanto il film sia stato fedele al libro, ma sicuramente mi ha incuriosito leggerlo.
Molte battute e momenti divertenti sono messi qua e là nella sceneggiatura. Uno di essi, mi ha fatto scompisciare, non ci sono parole. Il senso di scoperta e di prendere in giro il pubblico su lontani misteri e segreti, è stato reso molto bene. Ci sono anche delle sorprese nella trama, cosa che l’ha mantenuta molto interessante.
Anche se il film è raccontato dal punto di vista di Ethan, e ciò ha reso le cose diverse, gli eventi che appaiono successivamente si concentreranno su altro, cosa che ha fatto calare la suspance del film. Il pubblico era totalmente preso da Ethan, quindi non ha amato quando la storia non era più raccontata da lui.

4) Luoghi/Fotografia- Totalmente positiva: il film è girato in bellissime locations, per creare le sembianze di una piccola città in Sud Carolina. La casa dei Ravenwood, sembra da il senso di una vecchia casa del sud con le piantagioni. Questo ha dato più impatto a Ethan appena vede l’interno della casa.
Le lunghe riprese della strada solitaria che porta alla casa, hanno aiutato a rendere il divertimento dopo, quando Ethan scopre di girare in cerchio. Alcune delle aree sono state toccate, ma questo ha solo aggiunto al film un look fantastico e di sentimento al film.
Conclusione: “Beautiful Creatures” è una favola da sogno pieno di personaggi molto sfaccettati. Misteri e segreti sono molto divertenti. Tu non correrai intorno alle città, gridando le sue geste, ma sicuramente ciò ha divertito.
Voto:  3.75 su  5 (Hubby’s Rating: Better for Matinee)

Leggi anche

Ghirlande natalizie da colorare per bambini
Guide

Ghirlande natalizie da colorare per bambini

Quando arriva dicembre, ecco che i più piccoli hanno molta più mania di voler colorare Ghirlande Natalizie o Babbo Natale Oltre al desiderio di voler decorare l'albero di Natale e il presepe, bisogna anche decorare la porta di casa o le porte di ogni stanza con delle ghirlande natalizie. Non c'è bisogno di comprare altre decorazioni elaborate o ghirlande già pronte, ma è possibile disegnare o colorare dei favolosi cerchi di fiori  già pronte da ritagliare. Un compito importante per ogni bambino, se vuole far fare una bella figura nell'abbellire la porta di ogni stanza, personalizzandola con vari colori o disegni Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*