Recensione di Assassin’s Creed: Revelations

Videogiochi

Recensione di Assassin’s Creed: Revelations


Se non avete seguito l’epopea di Assassin’s Creed finora, saltare direttamente a Revelations potrebbe confondervi un po’. Inizia esattamente dove Assassin’s Creed: Brotherhood è rimasto: Desmond era posseduto da una forza ultraterrena, ha ucciso l’interesse amoroso ed è stato lasciato in coma. Fortunatamente per Desmond, egli ha amici che hanno tentato di salvarlo, mandandolo in uno strato speciale dell’anima, chiamata Animus Island, in un disperato tentativo di aiutarlo a recuperare la memoria, ma riceverà anche l’aiuto degli assassini del passato: Ezio Auditore da Firenze e Altair Ibn-La’Ahad.

In Revelations potrete giocare con tutti e tre i protagonisti – Ezio, Altair e Desmond – nel tentativo di colmare le lacune della storia di Ezio e concludere i capitoli che i fan stanno aspettando. Revelations è ambientato a Costantinopoli (Istanbul al giorno d’oggi) e il paesaggio è vario e stereotipato come ci si aspetta. Il mondo sembra vivo come sempre.

I commercianti chiaccherano con i clienti, le guardie fanno il loro giro, i mendicanti chiedono l’elemosina e i ladri rubano. Tutto quello che rende attraente Assasssin’s Creed è qui. Sfortunatamente, lo è anche tutto quello che mette un freno all’entusiasmo. Non c’è niente in grado di rovinare il gioco, che valga la pena citare, ma ci sono momenti occasionali nei quali i giocatori possono avere dei problemi.

Revelations aggiunge alcuni nuovi giocattoli da combinare – l’assemblaggio di bombe e l'”hookblade”. Con il primo potete creare bombe di tre tipi: letali, tattiche e diversive. Ci sono oltre 300 combinazioni di ingredienti da armeggiare, ma non credo che sceglierete di perdere troppo tempo con essi. Perché raccogliere ingredienti e guardare uno schermo, quando potreste essere fuori a uccidere i cattivi? E’ esattamente quello che penso io. Almeno la hookblade è un supplemento ben accolto, perché apre un nuovo mondo di combattimenti. La “hookblade” è una lama ricurva che può essere usata in combattimento, come qualsiasi altra spada, ma vi permette di afferrare gli avversari e raggrupparli per ucciderli.

Fuori dal combattimento è un prolungamento del vostro corpo, che vi permette di arrampicarvi più in alto e perfino di usarlo per attraversare la città in teleferica. E’ un supplemento davvero gradito per l’arsenale di un assassino!

Nuovo è anche un piccolo gioco di difesa della torre. Sembra lento e fuoriluogo, ma cattura l’aspetto del gioco. In questa modalità, voi siederete su un tetto e ordinerete al vostro esercito di assassini di sconfiggere le truppe dei Templari, prima che raggiungano e distruggano il covo. Ci sono una varietà di truppe e barricate da aggiornare, perciò i fan della difesa della torre saranno a loro agio.

I multi-giocatori fanno il loro trionfale rientro in Revelations. Con questa modalità tenterete di assassinare un bersaglio, cercando di non venire ucciso. Ci saranno degli scontri molto accorati. C’è una nuova opzione per personalizzare i personaggi e nuove modalità: Deathmatch e la cattura della bandiera chiamata “Artifact Assault”.

Anche se la trama non è forte come le precedenti, è coinvolgente e divertente abbastanza da essere giocato, senza lamentarsi troppo.

Il finale è vago, facendo sì che attendiate con ansia Assassin’s Creed 3. Tutto sommato ho trovato che Assassin’s Creed: Revelations valga la pena di essere comprato.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Orologio Withings: i migliori modelli disponibili
Android

Orologi Withings: i migliori modelli disponibili

24 agosto 2017 di Tamara
Withings è una realtà nuova ed innovativa, di produzione Nokia, dedicata al settore dell’e-health, che si prefissa come obiettivo quello di permettere all’utente il monitoraggio della propria salute attraverso una…...