Recensione di SSX COMMENTA  

Recensione di SSX COMMENTA  


Avendo apprezzato questa serie di videogiochi, ho avuto la sensazione che le versioni per Wii si fossero allontanate dall’esperienza di gioco in generale e che questo avrebbe portato a una fine prematura di esso. Tuttavia, l’ultima versione ha catturato l’essenza del gioco originale, rendendolo ancora una volta un gioco eccitante e divertente da giocare.


Il gioco è essenzialmente lo stesso che mi sarei aspettato, a parte un paio di notevoli eccezioni. Le immagini in questa versione sono tutte basate su luoghi reali del mondo con una grafica incredibilmente realistica e stupenda che rende questo gioco quasi vivo. Sfortunatamente, ci sono fosse e gole che aggiungono realismo, ma non sono sempre visibili a cause dell’oscurità e degli ostacoli. Questo diventa un po’ frustrante quando riuscite a eseguire una bellissima evoluzione e scoprite che non potete atterrare da nessuna parte. Le tracce musicali sono interamente personalizzabili e possono essere sostituite con brani attuali. L’interfaccia dell’utente è stata ridisegnata, rendendola più semplice da usare. Infine, le mappe hanno ricevuto la spinta maggiore, essendo molto più dettagliate.


Un paio di novità sono la tuta alare e l'”avalanche run”. La tuta alare è estremamente intensa ma i comandi sono un po’ delicati e inclementi. L’ “avalanche run” ha uno strano angolo di ripresa invertito che rende difficile eseguire le evoluzioni, ma con un po’ di pratica diventa più facile. Purtroppo, gli ultimi eventi del tour mondiale sono davvero inclementi e rendono complicato finire il gioco.


La mia parte preferita del gioco è “Ridernet” che è il sistema usato per la modalità multi-giocatore online. Questo sistema vi farà sapere gli orari delle gare e quando vengono postati nuovi punteggi alti. Onestamente, chi non vorrebbe essere il re della montagna? Il gioco online rende questo videogioco una competizione infinita che vi godrete per ore.

L'articolo prosegue subito dopo


Tutto sommato,, questo è un gioco grandioso, perciò saltate giù dall’elicottero e iniziate a stracciarvi.

Leggi anche

Tecnologia

Firma digitale: quante se ne possono avere

Nel nostro sistema giurisprudenziale, la firma digitale viene definita per la prima volta nel DPR 10 novembre 1997 n. 513 che disciplina la” formazione , l’archiviazione e la trasmissione di documenti con strumenti informatici e telematici”. Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*