Recensione di Street Fighter X Tekken Review per Xbox 360 COMMENTA  

Recensione di Street Fighter X Tekken Review per Xbox 360 COMMENTA  


Per i principianti, Street Fighter e Tekken sono stati in giro per anni. Street Fighter affonda le sue radici nelle sale gioco degli anni ’90, acquisendo sempre più popolarità con Street Fighter 2 e un numero di versioni successive, la più recente delle quali è stata Street Fighter IV per console. Tekken, un altro protagonista delle sale gioco, viene solitamente definito: “Il combattente della Playstation”, perché molti fan ne sono venuti a conoscenza grazie a questa console.


Entrambe le serie hanno avuto diversi approcci alla loro meccanica e al loro stile nel corso degli anni, con Street Fighter che seguiva una rotta più bidimensionale, con l’ultima versione che ospitava personaggi tridimensionali su un campo 2D. Tekken ha sempre preferito il combattimento tridimensionale, con sia l’arena che i personaggi in 3D. Perciò vedere questi due videogiochi fusi insieme in un gioco di combattimento coerente suona bene di per sé.


Street Fighter X Tekken è stato creato da Capcom, perciò prevede combattimenti 2D uniti allo stile di combattimento tridimensionale tipico di Street Fighter IV. C’è una massiccia lista di personaggi preferiti dai fan, con un numero di personaggi Capcom mischiati a quelli dell’universo di Tekken. Il grande numero di personaggi in lista è un grande segno del successo che avrà tra i giocatori, offrendo un sacco di contenuto per il prezzo che verrà a costare.


Il combattimento appare fluido, con contributi familiari da entrambi i campi. I personaggi di Street Fighter agiscono e sono controllati come in Street Fighter 4, con mosse familiari che i fan di lungo termine riconosceranno all’istante. I combattenti di Tekken, d’altra parte, mantengono il loro stile, che è drasticamente diverso da quelli di Street Fighter, ma funziona incredibilmente bene insieme.

L'articolo prosegue subito dopo


Visivamente il gioco sembra eccezionale, e il ritmo e l’animazione sono privi di difetti. Ci sono alcuni problemi acustici con il gioco, quando si gioca online, perché ha difficoltà a compensare il ritardo nei combattimenti, che lo porta a essere interrotto durante un combattimento. Distrae ed è un peccato, ma speriamo che lo risolvano in qualche modo. Sembra che Capcom sia al corrente del problema, ma non ha rilasciato dichiarazioni su come i giocatori possano porvi riparo.

Se avete nutrito una forte passione per uno di questi due videogiochi, vi solleciterei a sperimentare questo esempio unico dove due stili apparentemente contrastanti, se uniti, funzionano alla perfezione. E’ uno dei migliori videogiochi di combattimento a cui ho giocato negli ultimi anni e di certo risalta in mezzo a un numero di altri giochi eccezionali usciti questo mese. Non esitate a comprarlo, non ve ne pentirete.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*