Recensione film “Il segreto dei suoi occhi” COMMENTA  

Recensione film “Il segreto dei suoi occhi” COMMENTA  

Un thriller a tinte forti, che strizza l’occhio alla pena di morte

Atmosfera cupa, colori noir, senso di angoscia crescente. Un ruolo inedito per Giulia Roberts, ex Pretty Woman dal volto fresco e il sorriso solare, qui donna matura, precocemente invecchiata per via del dolore e delle preoccupazioni.

Gli occhi scavati, la bocca tirata, la perenne fissità dello sguardo, per sempre altrove, a rincorrere chi non c’è più, dicono tutto e anche di più.

Molto brava, decisamente, a tratti, quasi irriconoscibile. Non così Nicole Kidman, sempre meno espressiva a causa del botox, nella parte dell’algida sfinge dagli occhi celesti, brillante vice procuratore distrettuale, destinata a trafiggere cuori e a lasciare un’impronta indelebile nell’animo del protagonista maschile, instancabile detective dal cuore tenero e il carattere leale.

Un Chiwetel Ejiofor efficacissimo e convincente, che è il vero motore dell’intero film.

Nel complesso un buon film, ben fatto, con un ottima fotografia e un buon ritmo, sebbene con qualche aspetto che andava maggiormente approfondito ma che alla fine, lascia con la sensazione di un pugno alla bocca dello stomaco, per non parlare della terribile scena finale, dura da togliere il fiato, che inevitabilmente rimanda a tematiche forti e a domande a cui è difficile dare una risposta.

Jole de Castro

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*