Recensione: l’ ora di pietra di Margherita Oggero

Cultura

Recensione: l’ ora di pietra di Margherita Oggero

L’ ora di pietra è un libro scritto da Margherita Oggero uscito nelle librerie nel 2011 ed edito da Mondadori.

Di cosa parla il romanzo

Molti sono i personaggi descritti dall’autrice; si tratta infatti della storia di più famiglie che si intreccia in un’unica vicenda. I fatti si svolgono in parte nel meridione e in parte nel settentrione d’Italia. La vera protagonista è Imma, una ragazzina di 13 anni che nel suo paese nel sud ha assistito ad un delitto quando ancora era piccola e per proteggersi contro ritorsioni dei camorristi viene mandata dalla famiglia presso la zia che vive al nord per avere la necessaria protezione. A casa della zia, che inizialmente non conosce, vive come una prigioniera. Nel timore di essere trovata, è costretta a trascorrere le sue giornate nascosta in una stanzetta con solo un letto e poche cose. Il giorno della fuga, con uno zainetto, era salita in macchina e si era accucciata dietro al sedile per poter affrontare il lungo viaggio senza farsi vedere.

Nella sua nuova esistenza dalla zia al nord l’unica cosa che le resta da fare è stare dietro ad una finestra e osservare la strada fino a quando arriva la cosiddetta ora di pietra; si tratta di quel momento della giornata in cui tutto è silenzio e nulla si muove.

Tutto resta impietrito per un solo attimo ma poi, con la ripresa dei rumori, può succedere di tutto.

Proprio da dietro questa finestra Imma farà un percorso di crescita e da ragazzina diventerà un’adulta. Il dolore e la sofferenza per le vicende vissute le daranno forza ed energia, dandole il coraggio necessario e consentendole di affrontare il male subito e i fatti drammatici vissuti.

Nonostante il titolo un po’ strano e forse misterioso, il contenuto è molto vero realistico, a tratti sicuramente crudo.

Stile narrativo

L’io narrante è proprio Imma che, a ritroso, narra le vicende tristi e dure che l’hanno resa protagonista di fatti drammatici che hanno sconvolto la vita del paese. La presenza ingombrante della camorra alle cui regole il paese viene sottomesso l’hanno costretta a trasferirsi in una citta del nord. In parallelo e in terza persona vengono narrate le vicende della sua famiglia la cui descrizione permette al lettore di comprendere il contesto dei fatti accaduti.

L’ora di pietra è un romanzo di formazione, scritto con i toni e la suspance di un libro giallo.

La protagonista, dovrà superare un età di transizione e affrontare l’adolescenza con le mille domande che essa comporta e le inquietudini e le scosse emotive che la contraddistingue.

Lo stile della scrittrice è lineare, asciutto, semplice e nello stesso tempo coinvolgente.

Il linguaggio è ricco di inflessioni dialettali che danno al romanzo un tono ancor più vero e realistico.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

mappe-concettuali-bambini
Scuola

Come fare una mappa concettuale

16 ottobre 2017 di Notizie

La mappa concettuale è lo strumento più utile ed efficace usato dagli studenti che devono preparare un esame. Scopri come farla in maniera corretta.

Manuela Margilio 115 Articoli
Sono laureata in giurisprudenza e amo scrivere su questioni relative al diritto e fisco; mi piace leggere e mi dedico alle recensioni. Scrivere sul web è una delle mie passioni che mi consente di essere sempre aggiornata.