Recoba campione con il Nacional di Montevideo COMMENTA  

Recoba campione con il Nacional di Montevideo COMMENTA  

Alvaro Chino Recoba a 36 anni, con la maglia del Nacional di Montevideo, conquista il titolo clausura del campionato Uruguaiano.

Il chino era già stato protagonista della vittoria del torneo apertura, un suo gol all’ultima giornata aveva piegato il Liverpool e consegnato il titolo alla squadra di Montevideo.


Il titolo viene appunto confermato nel torneo clausura, è sempre Recoba protagonista, è ancora sua la rete vincente nella sfida contro il Defensor Sporting.

Il chino è quindi protagonista, nonostante l’età il suo piede fatato riesce a fare la differenza, l’impiego è part-time, però forse è questo il segreto di queste due vittorie, l’allenatore è infatti riuscito a dosare il campione utilizzandolo nei momenti chiave della stagione.


Recoba è stato un pupillo di Moratti, il suo talento all’Inter però non è mai sbocciato completamente, è sempre rimasto un incompiuto, il suo genio, le sue magie si sono viste a sprazzi.


E’ stato forse questo il suo limite, non è mai riuscito a fornire un rendimento costante, è rimasto forse prigioniero della fantastica stagione al Venezia, dove arrivato con il mercato di riparazione è diventato il leader della squadra e con i suoi gol ed assist ha condotto i compagni alla salvezza.

L'articolo prosegue subito dopo


Ha giocato con Bergomi, Vieri, Ronaldo, Zanetti, Adriano, Ibrahimovic e tanti altri, ma le sue vittorie con l’Inter non lo hanno mai visto protagonista assoluto.

Le dichiarazioni post partita, dopo la vittoria del torneo clausura sono state : “Sono felicissimo. E’ un giorno speciale per tutti i tifosi e per la mia famiglia. E’ a loro che dedico questa vittoria”.

 Cereda Stefano

Leggi anche

About Stefano Cereda 439 Articoli
Laureato in Scienze Storiche all'Università Statale di Milano, relatore in un convegno patrocinato dalla Provincia di Lecco sui 150 anni dell'Unità d'Italia, per il medesimo convegno autore di un saggio sul Risorgimento.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*