Redditometro reddito imponibile COMMENTA  

Redditometro reddito imponibile COMMENTA  

Da giugno, quando scatterà il nuovo redditometro, l’Agenzia delle Entrate sarà in grado, mediante software e statistiche Istat, di incrociare i dati relativi alle nostre dichiarazioni dei redditi e il tenore di vita che conduciamo.

Ma quali voci andranno a costituire il reddito imponibile?

Che la barca, la seconda casa venissero presi in considerazione è quasi intuitivo. Ma sapevate che vengono considerate anche spese come i giochi on line e le spese telefoniche?

Seguendo sulla falsa riga il redditest, il software messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate, le voci che entrano a far parte dell’imponibile si possono suddividere in 7 gruppi:

1-abitazioni (spese sostenute per l’acquisto di case, mutui, utenze per l’energia elettrica e telefono, oggetti d’arte, spese per il personale di servizio).

2-mezzi di trasporto (ad esempio automobili, moto, imbarcazioni, caravan, ecc)

3-assicurazione e contributi

4-spese per l’istruzione nei suoi vari gradi, dall’asilo al master universitario, corsi di lingua e soggiorni  all’estero.

5- attività ricreative: iscrizioni a circoli culturali e sportivi, viaggi, soggiorni nelle spa, giochi a pagamento su internet, paytv.

6-altre spese come acquisto di apparecchiature elettroniche, gioielli, donazioni, assegni corrisposti al coniuge.

7-investimenti e disinvestimenti per acquisto di terreni edificabili, azioni e imbarcazioni.

Alcune di queste voci di spesa e consumi vengono confrontate con dati statistici Istat sulla base di studi effettuati su 22 milioni di famiglie, di vari ceti sociali e relativo tenore di vita presunto.

Il fisco precisa che le altre piccole e grandi spese che la famiglia media sostiene, ad esempio acquisto di scarpe, alimenti o altro, sono già state prese in considerazione in un calcolo statistico medio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*