Referendum Brexit, Bce pronta ad affrontare ogni esito

Referendum Brexit, Bce pronta ad affrontare ogni esito

Politica

Referendum Brexit, Bce pronta ad affrontare ogni esito

Referendum Brexit

A due giorni dal referendum Brexit interviene il presidente della Bce Mario Draghi che assicura: pronti a far fronte a ogni emergenza.

La Banca Centrale Europea sarebbe pronta, secondo Mario Draghi, ad affrontare l’esito del referendum Brexit, qualunque esso sia.

Britannici ancora divisi fra Leave e Remain

L’assassinio della deputata laburista Jo Cox, avvenuto la scorsa settimana per mano di un estremista, ha scosso il mondo britannico. I più recenti sondaggi hanno evidenziato una netta ripresa del fronte contrario alla Brexit. Ora, i due schieramenti contrapposti, Leave e Remain, sono divisi al più da un punto percentuale.
Il clima di incertezza ha disturbato in modo evidente l’andamento delle borse europee, con conseguenze che si sono estese fino a Wall Street. Economia e finanza patiscono i momenti di dubbio e, in tema di Brexit, di dubbi sembrano essercene ancora parecchi.

Ripresa moderata ma costante, Bce pronta ad affrontare Brexit

Fra il premier Cameron che, nei giorni scorsi, ha garantito che un’eventuale uscita della Gran Bretagna dall’Europa sarebbe un grave errore e la pronta risposta di alcuni rappresentanti del fronte Leave, che hanno invece garantito che la Brexit non provocherebbe alcun fenomeno recessivo, è intervenuto oggi il presidente della Bce Mario Draghi.

In un discorso tenuto al parlamento UE, Draghi ha evidenziato che “la ripresa della zona euro ha guadagnato slancio all’inizio dell’anno” e che le aspettative sono per “un passo moderato ma costante”. La Bce, in questo quadro, si trova a dover gestire dinamiche di inflazione “piuttosto sommesse” e, qualunque sia l’esito del referendum Brexit, “è pronta a far fronte a tutte le urgenze”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche