Regali di nozze in stagno della Cornovaglia

Matrimonio

Regali di nozze in stagno della Cornovaglia


Lo stagno della Cornovaglia veniva prodotto in Inghilterra fino al 1998, quando è stata chiusa l’ultima miniera. Resistente e di alta qualità, lo stagno della Cornovaglia è un regalo di nozze memorabile. Benché lo stagno sia solitamente regalato per il 10°anniversario di nozze, è appropriato anche come regalo di nozze.

Gemelli

Per gli uomini, i gemelli completano in maniera semplice e decorativa le loro camicie e vanno bene per quegli uomini che amano un po’ di tintinnio. I gemelli di stagno della Cornovaglia sono disponibili in una varietà di forme, tra le quali a forma di lattina, ovali e a forma di ancora e di sala macchine. Altri sono ancora più complicati e sono smaltati a freddo e raffigurano lo stemma del Ducato di Cornovaglia, insieme al motto “uno e tutti” o addirittura riproducono la bandiera si San Pirano.

Gioielli

Sono realizzati pesanti e lussuosi gioielli in stagno della Cornovaglia, satinati o lucidi.

Sia che stiate cercando un ciondolo, una spilla, degli orecchini o un bracciale, apprezzerete la varietà di scelte a vostra disposizione. Anche se spesso fatti totalmente di stagno della Cornovaglia, alcuni gioielli sono anche placcati in nickel. I gioielli di stagno possono essere personalizzati e abbelliti con pietre e incisioni, ideali per regali su misura per anniversari di matrimonio particolari.

Cornici

Una cornice è un regalo di nozze comune che diventa unico se fatto di raro stagno della Cornovaglia di alta qualità. Una cornice per foto consente anche di mettere in mostra dei cari ricordi di vecchia data. I portaritratti in stagno sono disponibili in varie decorazioni, incluso un bordo con un cuore intrecciato celtico e il numero 10 a ogni angolo per commemorare il 10° anniversario.

Orologi

Fatti di stagno della Cornovaglia, gli orologi hanno una finitura unica e quasi antica. Essi possono essere personalizzati con superfici satinate o lucide o abbelliti con pietre e incisioni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche