Rendere il matrimonio a prova di bambino

Guide

Rendere il matrimonio a prova di bambino

I giorni, le settimane, i mesi dopo che avrete portato a casa il vostro neonato, saranno confusi. Voi e i vostri mariti cercherete di
abituarvi. Dato che passate da due a tre, la vostra attenzione dovrà essere tutta focalizzata sull’unione famigliare. Cosa succede alla relazione col partner quando la stanchezza derivata dall’accudire un bambino si intromette, e le uscite notturne diventano un ricordo?

Col bambino si è in tre

Decidere di avere un bambino, può essere un’idea eccitante per una coppia. I genitori che aspettano un bambino, spesso si sentono più legati, dato che condividono un segreto. An mano che la gravidanza va avanti, la madre si sente più supportata, grazie alla preoccupazione delle persone. Nonostante questo, un brusco cambiamento avviene quando una coppia porta il bimbo a casa. L’attenzione passa dalla madre al neonato. Un bambino può unire una coppia o separarla.

Nuovi ruoli, nuove emozioni

Dopo la nascita del bambino, “marito” e “moglie” diventano “padre” e “madre”.

L’importante è che si ricordino che uno non esclude l’altro. Durante i primi giorni, la madre prenderà il comando, decidendo come e quando dar da mangiare al piccolo, quando cambiarlo e fargli il bagno. Il nuovo ruolo è complesso; la maternità può essere travolgente. Allo stesso tempo, il padre
viene catapultato in un ruolo tutto nuovo, ma può sentirsi escluso e incerto su come aiutare. Spesso i neopadri sentono che tutte le attenzioni della madre siano rivolte al bambino e non a lui.

Cos’è successo al tempo?

Un altro sentimento comune nei neogenitori è la sensazione che non c’è abbastanza tempo per, beh, qualunque cosa. Può sembrare che tutto sia accantonato dato che il bambino viene prima. È molto importante però che i genitori si ritaglino un po’ di tempo per loro stessi. Può essere il tempo di prendere un caffè insieme mentre il bambino dorme o pianificare una serata diversa. Dividersi le responsabilità rinforzerà il legame tra i genitori.

Se uno dà il biberon al piccolo, l’altro può lavarlo, è una cosa in meno che l’altro genitore ha da fare, ritagliandosi più tempo da passare insieme.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*