Requisiti apertura studio medico in appartamento

Guide

Requisiti apertura studio medico in appartamento

Requisiti apertura studio medico in appartamento
Requisiti apertura studio medico in appartamento

Partendo dal presupposto che i requisiti da rispettare e le pratiche burocratiche da completare dipendono dal regolamento della ASL, che è un ente territoriale, è bene tenere sempre a mente che non vi è alcuna norma generale che regola l’apertura di una struttura simile, ma una norma che può variare da regione in regione.

In uno dei nostri articoli precedenti abbiamo specificato che, molto spesso, vi è la tendenza a confondere lo studio medico con l’ambulatorio, precisando che oltre ad una differenza etimologica, tra le due strutture vi è anche una differenza amministrativa. Infatti, mentre l’ambulatorio è un luogo pubblico e, pertanto, la sua apertura richiede un’autorizzazione, lo studio medico è solitamente privato. Ciò significa che esso funziona per lo stesso professionista, il quale si presuppone essere in possesso di un titolo abilitante, che gli conferisce l’autorizzazione all’apertura dello studio professionale.

Per aprire uno studio medico bisognerà, naturalmente, trovare il luogo adatto, che può essere anche un’abitazione privata adibita a studio medico.

Il sito scelto dovrà essere a norma ed essere, dunque, dotato di servizi igienici, una sala d’attesa ed una stanza per le visite. Non ci sono delle dimensioni specifiche e quindi si può esercitare la professione anche in appartamenti davvero molto piccoli.

Che sia un appartamento più grande o uno più piccolo, la prerogativa è che sia munito di finestre che possano garantire il cambio d’aria e di mobilia, pareti e pavimenti in materiale facilmente lavabile e disinfettabile.

1 Commento su Requisiti apertura studio medico in appartamento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*