Revocata la confisca per le case di Pizzo Sella. Ganci commenta:"finalmente legittimata la buonafede" - Notizie.it

Revocata la confisca per le case di Pizzo Sella. Ganci commenta:”finalmente legittimata la buonafede”

Palermo

Revocata la confisca per le case di Pizzo Sella. Ganci commenta:”finalmente legittimata la buonafede”

La terza sezione della Cassazione ha rigettato i ricorsi presentati dal Comune e dalla Procura generale di Palermo sulle ville abusive costruite lungo la collina che sovrasta il golfo di Mondello e rinominata con disprezzo dagli ecologisti “la collina del disonore”. Per le tredici famiglie che acquistarono tali immobili, ignare degli abusi edilizi, termina l’angoscia. Soddisfazione per l’avvocato dei residenti Giorgio Ganci che sottolinea: “Bisognava distinguere sin dall’inizio chi non poteva immaginare che dietro a quel progetto ci fosse un ecomostro e chi, invece, voleva specularci”. La storia della costruzione delle abitazioni inizia con le 314 concessioni edilizie acquisite dalla Sicilcalce spa dell’allora boss Michele Greco. Dopo alterne vicende in cui si susseguirono diversi costruttori, il progetto passò alla Calcestruzzi di Gardini e Ferruzzi che con un finanziamento di 36 miliardi di lire ottenuto dal Monte dei Paschi di Siena, in pochi anni riuscì a completare e vendere le prime 170 villette, delle quali cinquantanove sono abitate.

Quelle che adesso tornano in possesso dei legittimi proprietari sono state vendute a loro dalla società ex Poggio Mondello, mentre i lotti in cui sono presenti strutture in cemento non ancora concluse, appartengono alle ditte Baia del Paradiso e Residence.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Giordano Schillaci 171 Articoli
Studente universitario. Appassionato d'informatica e di musica. Le mie attitudini sono: attendere, riflettere ed imparare.
Contact: