Riassunto de I Malavoglia di Verga

News

Riassunto de I Malavoglia di Verga

Scritta nel 1878, l’opera nasce col titolo di Padron ‘Ntoni, dal nome del protagonista della vicenda; il titolo definitivo, I Malavoglia, è il soprannome antifrastico attribuito alla famiglia al centro della narrazione: si tratta, in realtà, di gente laboriosa, a cui non manca certo la voglia di lavorare.

La famiglia è composta dal nonno, padron ‘Ntoni, piccolo proprietario (di una casa – la “casa del nespolo” – e di una barca, la Provvidenza), dal figlio Bastianazzo e dalla nuora Maruzza, detta La Longa, e dai nipoti ‘Ntoni, Luca, Alessi, Lia e Mena. Per fare la dote a quest’ultima, padron ‘Ntoni compra a credito una partita di Lupini, indebitandosi con l’usuraio del paese, Campana di legno, ma, durante il trasporto, la barca con il carico di Lupini naufraga e Bastianazzo muore in mare: comincia un periodo di disgrazie e miseria. Quando la famiglia sembra riprendersi e Mena (che in realtà ama Alfio, un povero carrettiere) sta per fidanzarsi con Brasi Cipolla, un ottimo partito figlio di un ricco possidente, Luca muore nella battaglia di Lissa, la Provvidenza naufraga nuovamente e ‘Ntoni vuole andarsene, così la famiglia ricade in disgrazia, sino a indurre il vecchio ‘Ntoni a vendere la barca e a cedere la casa per poter pagare il debito.

‘Ntoni, che durante il servizio militare ha avuto modo di conoscere le grandi città, rimane affascinato dal “progresso” e decide di cercare fortuna a Trieste, ma torna più povero di prima e comincia a fare il “predicatore” di idee di uguaglianza e a frequentare gli ambienti del contrabbando, disonorando la famiglia, fino a quando viene sorpreso in flagrante da don Michele, un brigadiere che insidia Lia, e lo accoltella, venendo condannato a cinque anni di galera.

Lia, dopo che l’avvocato di ‘Ntoni mette in piazza la sua relazione col brigadiere, fugge a casa e diventa prostituta a Catania.

Scontata la pena, ‘Ntoni torna a casa e scopre che Alessi ha sposato Nunziata, una vicina, e ha riacquistato la casa del nespolo, mentre il nonno è morto; Mena invece, sentendosi disonorata dalle vite del fratello e della sorella, ha rifiutato di sposare Alfio. ‘Ntoni riparte all’alba successiva per sempre: ha capito che non può vivere in una famiglia, i Malavoglia, di cui ha violato le norme morali.

Leggi anche