Ricerca lavoro, occhio alle truffe COMMENTA  

Ricerca lavoro, occhio alle truffe COMMENTA  

Sono tante le trappole in cui può cadere chi sta cercando un lavoro. E’ importante tenere gli occhi ben aperti e seguire qualche semplice regola per non essere vittima di raggiri.

1) Non abboccare subito se l’offerta di lavoro sembra troppo idilliaca, potrebbe nascondere un imbroglio; 2) Diffidare da quelle aziende che chiedono un contributo economico per avviare il rapporto di lavoro; 3) Effettuare ricerche mirate dell’azienda che propone il lavoro tramite il sito dell’Agenzia delle Entrate o verificare la sua iscrizione nel Registro Imprese della Camera di Commercio; 4) Non acquistare kit o altro materiale che viene richiesto per avviare un’attività a domicilio; 5) Diffidare da chi mette fretta e vuole subito una risposta circa l’avvio del rapporto di lavoro; 6) Non fornire dati personali come l’e-mail, l’indirizzo, il numero di telefono, potrebbe trattarsi di una Catena di Sant’Antonio; 7) Non pagare corsi di formazione o training che avviano al lavoro, di regola sono le aziende a farlo per i propri dipendenti; 8) Se si ritiene di essere stati raggirati, contattare il Comando carabinieri per la tutela del lavoro e l’Ispettorato del Lavoro.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*