Ricetta Insalata di Matzah o pane azzimo COMMENTA  

Ricetta Insalata di Matzah o pane azzimo COMMENTA  

Ingredienti per 6 persone

600g di pomodorini
20 cracker Matzah – sgretolati
150 ml Olio extravergine di oliva
Grande mazzo di basilico fresco
2 cucchiai di aceto di vino rosso
4-5 spicchi d’aglio – pelato e tritato finemente
150g di olive nere snocciolate-
200 g di feta o formaggio mozzarella – tagliata a cubetti
Sale e pepe nero appena macinato

Metodo

1. Mettete l’olio d’oliva, aceto, aglio, sale e abbondante pepe nero macinato fresco su un piatto da portata.

Leggi anche: Come lessare perfettamente il pollo


2. Aggiungere il pane azzimo sbriciolato e mescolare.

3. Aggiungere tutti gli ingredienti rimanenti.

4. Mescolare bene, facendo attenzione a non rompere il formaggio feta.

Leggi anche: Kim Jon-un: 10 curiosità sul dittatore della Corea del Nord


5. Lasciate riposare l’insalata a temperatura ambiente per un minimo di 15 minuti o durante la notte per permettere al matzah di assorbire un po’ del condimento.


Per servire in modo elegante: Servire con una insalata verde che comprende gli spinaci o rucola.

Suggerimenti
Utilizzare una varietà di pomodori per ottenere i migliori sapori di questa insalata croccante. E’ un delizioso accompagnamento per il pesce.

L'articolo prosegue subito dopo

Leggi anche

Collane buoni propositi: i prezzi
Donna

Collane buoni propositi: i prezzi

Buoni Propositi è una marca di gioielli nata da pochissimi anni. In poco tempo è riuscita a conquistare moltissime donne. Ogni collana ha un ciondolo con un proposito diverso. Buoni Propositi è un marchio nato, precisamente, il 1 dicembre dell'anno 2014. Proprio durante il corso di un aperitivo, tra amiche, arriva l'idea dei 10 Buoni Propositi. Ogni anno, ognuno di noi, decide di fissare dei propositi da portare a termine. Per tale motivo, quale modo migliore per ricordarli se non attraverso dei gioielli? Quest'ultimi sono i migliori amici delle donne, sin dai sempre più antichi. Sia che si tratti di Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*