Rifiuto, no opera d’arte!

Cultura

Rifiuto, no opera d’arte!

Gli oggetti  d’arredo, che siano
quadri, soprammobili vari, oggi cambiano stile.

E’ possibile infatti visionare opere che hanno un comune denominatore:essere state realizzate con l’utilizzo di rifiuti.

In internet, il grande negozio mondiale
dove si può trovare di tutto con un semplice click, nel 2010 è stato aperto dalla Ecoligh,  il negozio virtuale del “Museo del Riciclo” .

In soli due anni, il sito ha vissuto un  crescendo di visite,  arrivando a superare i  due milioni di pagine visitate!

L’interesse che si è sviluppato intorno al sito, sta a dimostrare che  non solo è viva l’attenzione  degli artisti che realizzano le loro opere con il materiale di
rifiuto, ma anche quella delle  persone, in tutto il mondo,  nei confronti dell’ambiente che è, appunto,  in costante crescita.

Seguendo il concetto secondo cui, tutto si può trasformare, nulla deve essere distrutto, da oggetti guasti, ingombranti, si possono realizzare articoli, anche di uso quotidiano, come una lampada,  una sedia…

Il Museodelriciclo.it è un’arte che viene ad essere espressione di un modo di vivere
quotidiano, in cui il rispetto per l’ambiente deve essere una tra le nostre priorità.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...