Riflessioni: credi nel paranomale?

Guide

Riflessioni: credi nel paranomale?

Come può una persona non credere nel paranormale? Basta guardarsi intorno ogni giorno!

Oh sì, ho dimenticato che siamo diventati così vanitosi che crediamo che non succede nulla al mondo a meno che non l’ abbiamo causato noi.

Per secoli, ci sono state immagini e scritti su attività paranormali nel mondo. La morte e la risurrezione di Gesù Cristo è il più noto di tutti. Si è parlato di persone di ogni nazionalità testimonianti di eventi paranormali. Ci sono la narrazione, attraverso molte nazioni indiane, di spiriti, mutaforma e antenati guerrieri che vegliano sulle tribù. Questi eventi paranormali sono ciò che portano e formarono il loro stile di vita.
Il paranormale a mio parere è normale e noi siamo il paranormale. Noi siamo quelli che lavorano contro il paranormale, e credo che esso stia lavorando contro di noi. Pensiamo che siamo il solo dono, che Dio ha posto in questo universo. È per questo che ho detto che siamo vanitosi, chiamiamo tutto ciò che non sappiamo paranormale, il male strano, sbagliato.

Quando un quadro cade da un muro, senza motivo, allora siamo pronti a dire che sta per accadere qualcosa di brutto.

Se si rompe uno specchio allora sono sette anni sfortuna. I gatti neri appartengono a streghe cattive e alcune razze di cani vengono dall’ Inferno. Se sei in una stanza buia e chiami Maria Weatherbea un numero x di volte, lei apparirà e ti farà del male. Inoltre, la cosa che preferisco fare a qualcuno è quello di bloccare lui o lei in una stanza imbottita di droga, e non credere loro quando dicono che sono testimoni del paranormale.

Gli eventi paranormali esistono in tutto il mondo da molto tempo prima della gente. Il fatto della questione è che Dio è il primo essere registrato come paranormale e tutti gli altri lo seguono. Se questo è vero allora che cosa c’è di così sbagliato sugli eventi paranormali? Fin da bambino,sono testimone di eventi paranormali.

Una o due volte, ho notato lividi o segni, e non sapevo come me li ero fatti. Poi due o tre giorni dopo, cominciai ad avere dei flashback , e vidi che cosa era successo.

Dopo aver avuto figli, anche loro iniziarono a vedere e sentire le cose o parlare di sogni strani. Direi loro che eventi simili accadono anche me e che devono imparare a conviverci.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*