Rimedi naturali per lo sprint scolastico COMMENTA  

Rimedi naturali per lo sprint scolastico COMMENTA  

Le ultime settimane di scuola sono le più impegnative. La valutazione finale richiede agli studenti un ultimo sforzo. Anche all’Università questo è il momento in cui bisogna dare il massimo per sostenere gli esami. In vista delle vacanze estive e con mesi di studio sulle spalle, può succedere che gli studenti perdano concentrazione ed energia, necessarie per affrontare le verifiche  gli esami di fine anno. Per non lasciarsi sopraffare dalla stanchezza e non rischiare di rovinare la media scolastica proprio alla fine, si può ricorrere ad alcuni efficaci rimedi naturali.


Se il problema è la stanchezza, che si porta via anche la voglia di studiare, l’energia e la concentrazione, meglio affidarsi alle proprietà rinvigorenti, energetiche e toniche del Ginseng (Panax). Questa radice, largamente utilizzata nella medicina tradizionale cinese, può essere presa sotto forma di estratto secco (capsula), al mattino e alla sera.


Il Ginkgo (Ginkgo biloba) svolge un’azione energizzante e vasoattiva, è un valido alleato per ritrovare concentrazione ed energia che servono per lo studio, perchè è in grado di stimolare la circolazione sanguigna a livello cerebrale. Si consiglia di assumere 20 gocce di tintura madre al mattino e alla sera.


Dall’azione stimolante e tonica, il Guaranà (Paulina cupana) si può prendere, mattina e sera, sotto forma di estratto secco (30 mg). L’eleuterococco, invece, è vitalizzante, energizzante e ricostituente: sono ottime 15 gocce di tintura madre al mattino e alla sera.

L'articolo prosegue subito dopo


Contro ansia e stress può essere utile il Gelsomino, ma anche la Melissa va benissimo. Si consiglia di prendere 20 gocce di tintura madre due volte al giorno, al mattino e alla sera.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*