Rinuncia alla ricchezza per un giorno e diventa monaco

Esteri

Rinuncia alla ricchezza per un giorno e diventa monaco

Sembra una scelta “impossibile”, abbandonare una vita agiata per vivere accontentandosi di poco o niente, ma qualche volta avviene. Liu Jingchong, 39 anni, proprietario di un’azienda tessile, di sette vetture, di un palazzo e di svariate case per le vacanze, un giorno ha rinunciato a tutta la sua ricchezza e al suo benessere per farsi monaco buddista. L’uomo ha motivato una scelta così radicale imputandola ad un incidente d’auto avuto con gli amici durante un viaggio in una zona sperduta del paese, nel nord-ovest della provincia di Qinghai”, che l’ha costretto ad alcuni giorni di inattività nell’ attesa che gli amici fossero in grado di viaggiare.

Sistemato in un hotel nel quale l’unica cosa che ha trovato per occupare il tempo è stato leggere un libro sul Buddismo, ha scoperto la sua vocazione e dopo due anni trascorsi a meditare sulla montagna Zhongnan, nella provincia di Shaanxi, sperimentando una vita minimalista, Liu Jingchong è stato così felice di rinunciare alla trappola del desiderio materiale di volere sempre di più, da decidere di unirsi ad un tempio nella Cina orientale dove attualmente lavora in una cucina comune.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...