Rio 2016, torneo preolimpico europeo di volley di Ankara, l’Italia gioca per la qualificazione COMMENTA  

Rio 2016, torneo preolimpico europeo di volley di Ankara, l’Italia gioca per la qualificazione COMMENTA  

È stata ufficializzata la suddivisione dei gironi per il torneo preolimpico che si svolgerà ad Ankara, in Turchia, a partire dal prossimo 4 gennaio, per concludersi il 9 dello stesso mese.

Due i blocchi decisi in base al ranking continentale.

Leggi anche: Rio 2016, Italia: Setterosa in finale, Italvolley in semifinale

Nel pool A ci saranno la Russia, l’Italia, la Polonia e il Belgio. Nel Pool B ci saranno invece la Turchia (padrona di casa), l’Olanda, la Germania e la Croazia.

Leggi anche: Rio 2016, bronzo della pallanuoto: oggi finale dell’Italvolley

La formula del torneo prevede che le squadre si sfidino dapprima nella fase a girone, definendo la classifica finale. Prima e seconda di ciascun pool si guadagneranno l’accesso alle semifinali, che saranno disputate secondo la formula incrociata (cioè prima contro seconda). Le vincitrici approderanno alla finale per il primo e secondo posto e si giocheranno l’unico posto disponibile per le Olimpiadi di Rio 2016.

Le due squadre sconfitte disputeranno comunque una finale per il terzo e quarto posto, utile per il ranking e, soprattutto, perché garantirà l’ultimo dei due pass di accesso al torneo preolimpico mondiale che si disputerà a maggio in Giappone.

Le ragazze di Marco Bonitta si giocano molto, perché i risultati dell’ultimo campionato europeo (disputato a settembre, settimo posto) non sono stati dei migliori e, soprattutto, non congruenti con il reale valore della squadra.

L'articolo prosegue subito dopo

Il ranking dice che, in Europa, solo la Russia neo campione continentale è superiore alle azzurre e questo significa che il risultato minimo cui ambire è la partecipazione alla finale (quindi possibile partecipazione diretta in caso di vittoria, certa partecipazione al torneo giapponese di maggio in caso di sconfitta). Inevitabile che le giocatrici si sentiranno sotto pressione, perché la mancata qualificazione alle Olimpiadi sarebbe inaccettabile per tifosi e federazione, oltre che incomprensibile visto il livello tecnico della squadra. Tutta da decidere la lista delle convocate, invece, perché manca tantissimo tempo e il campionato di A1 è appena iniziato. Bonitta avrà modo di valutare come procedere.

Sollevati invece da ogni impegno i giocatori della nazionale maschile, che si sono già guadagnati il pass olimpico arrivando secondi nella scorsa World Cup.

Leggi anche

Il presidente del Coni Giovanni Malagò
Sport

Calcio. Coni taglia contributi a Figc, -4,5 mln

Coni taglia contributi a Figc, -4,5 mln   Ammonta a 4,5 milioni di euro il taglio che il CONI ha deciso per contributi annuali alla Figc. Da 37,5 mln, si passa a 33 per l'anno 2017. E' quanto si é appreso al termine della riunione sui contributi che il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha tenuto oggi con i presidenti federali. Su 44 federazioni coinvolte, l'unica a presentare segno meno è proprio la Figc. Per altre 13 contributi invariati, mentre 30 ottengono un aumento. Tra queste, le più premiate sono quelle che hanno portato maggiori risultati a livello olimpico: nuoto, Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*