Rischio crollo sulla Messina-Palermo: sequestrate due gallerie

Catania

Rischio crollo sulla Messina-Palermo: sequestrate due gallerie

MESSINA – Il Gip el Tribunale di Patti (Messina), Onofrio Laudadio, ha sequestrato due gallerie dell’autostrada A20 Messina-Palermo, la “Tindari” e la “Capo d’Orlando”, per il “concreto pericolo di crollo”. Il provvedimento e’ stato richiesto e ottenuto dal procuratore della Repubblica, Rosa Raffa, che aveva aperto un’inchiesta dopo un incidente mortale avvenuo il 4 febbraio scorso, quando in una galleria si erano scontrati un tir e un’auto. Otto persone sono indagate per “attentato alla sicurezza stradale”.
Si tratta di 6 commisssari sraorinari del Consorzo per le autosdrade siciliane (Cas) avvicendatisi negli anni, e di due responsabili tecnici dello stesso Cas. Al provvedimento giudiziario si e’ giunti dopo una perizia tecnica redatta da un ingegnere del Politecnico di Torino e da un professionista dell’universita’ Arcavacata di Cosenza. Secondo la consulenza, i due tunnel non sarebbero dotati delle minime condizioni di sicurezza (aeratori, impianto d’illuminazione, centraline di emergenza, barriere di protezione) e all’interno persistono infilitrazioni d’acqua che potrebero determinare improvvisi crolli nella volta delle gallerie.

Tre giorni fa il Cas avva consegnato i primi lavori di ripristino deglii intonaci della galleria “Tindari” per quasi 405 mila euro, da completare entro 90 giorni. (AGI)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*