Rivelate le revisioni di Metal Gear Rising: Revengeance

Videogiochi

Rivelate le revisioni di Metal Gear Rising: Revengeance

Metal Gear Solid: Rising è ritornato questa settimana con il titolo reintrodotto da Konami Metal Gear Rising: Revengeance, ora sviluppato da Vanquish e Bayonetta studio Platinum Games. Ma Konami ha detto che non è l’unico cambiamento a cui è andato incontro il progetto.

Metal Gear Rising: Revengeance

L’editore ha lanciato il website ufficiale del gioco, con nuovi dettagli sul nuovo look di Revengeance. Primo, la game’s story ha cambiato luoghi nella timeline di Metal Gear. In origine, per Metal Gear Solid: Rising si era pensato di ambientarlo prima di Metal Gear Solid 4: Guns of the Patriot, mostrando come il personaggio di Raiden fece la sua trasformazione in un cyborg ninja nella hit del 2007 della PlayStation 3. In ogni caso, quando Platinum Games fu coinvolta nel progetto, il tempo fu spostato a vari anni dopo Metal Gear Solid 4, portandolo ad un tempo in cui i cyborg erano divenuti più comuni nel mondo.

Questo va di pari passo con un altro cambiamento nel gioco.

Sebbene Metal Gear Solid: Rising in origine fosse inteso per mostrare un mix di cautela e action gameplay, Revengeance cede la cautela a un aspetto puntato esclusivamente sull’azione.

In una serie di post sul suo account Twitter, il produttore di Platinum Games, Atsushi Inaba ha avuto la sensazione che il cambiamento a Revengeance è stato intrapreso, poiché la Kojima Production non poteva compiere l’opera di Metal Gear Solid: Rising.

Sebbene Inaba sappia che i cambiamenti fatti al gioco hanno incontrato varie reazioni, egli ha anche sottolineato che non è stata abbandonata ogni cosa della visone originale di Metal Gear Solid: Rising.

“ Il concetto di Metal Gear Solid: Rising ci eccita” ha detto Inaba, “ lo amiamo e rispettiamo, così come il personaggio di Raiden”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche