Roccavione, Cuneo: morte di una 52enne precipitata COMMENTA  

Roccavione, Cuneo: morte di una 52enne precipitata COMMENTA  

Roccavione

Roccavione, provincia di Cuneo. Morta la donna di 52 anni, precipitata nella serata di ieri dalla falesia del cuneese. Inutili i soccorsi.

Roccavione, provincia di Cuneo. Ennesima tragedia nell’arrampicata. È morta L. B., la donna di 52 anni che, nella giornata di ieri, si stava dedicando all’hobby preferito. La donna, infatti, era un’alpinista esperta, solita arrampicarsi sulla parete rocciosa della falesia di Roccavione, nella provincia del cuneese.


Intorno alle 20 di ieri sera, la donna è precipitata al suolo, cadendo da una trentina di metri. È ancora incerto se la caduta sia dovuta ad un malore o ad una perdita di equilibrio. Il compagno di scalata, che stava compiendo con lei l’ardua arrampicata, ha immediatamente chiesto aiuto, chiamando la centrale operativa del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese, che ha inviato un elicottero. Il mezzo di soccorso è arrivato subito sul posto, essendo già nella zona per un intervento precedente, conclusosi felicemente.


Nel momento in cui i soccorritori e i medici sono giunti, tuttavia, non hanno potuto fare altro che constatare il decesso della donna, dovuto ai numerosi traumi riportati nell’impatto al suolo.

Sul posto sono giunti anche i carabinieri, per indagare sulle dinamiche dell’incidente ed escludere l’omicidio, doloso o meno. Una volta ricevuta l’autorizzazione dalle Forze dell’Ordine, la SASP è riuscita a recuperare la salma per riportarla a Mondovì, luogo di residenza della donna.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*