Roger Corman al Palazzo delle Esposizioni COMMENTA  

Roger Corman al Palazzo delle Esposizioni COMMENTA  

Il prossimo 18 aprile alle 21 apre la rassegna in onore di uno dei più noti registi e produttori di B-movie, Roger Corman. E apre alla grande, con un incontro con lo stesso “Re dei B-movie”, condotto da Mario Sesti. Così avremmo occasione di sentire dal vivo le storie sulle difficoltà degli esordi, sulla sua ormai leggendaria velocità per girare un film, sul suo metodo di girare senza perdere un soldo e il più presto possibile (il metodo “di guerriglia” di fare un film, come lo definì Peter Bogdanovic in una intervista). Onorato con un Oscar alla carriera il 2009, Corman è uno dei nomi più famosi quando si parla di cinema indipendente, associato immediatamente alla American International Pictures e ai “drive-in”. Le sue versioni cinematografiche di Edgar Allan Poe gli hanno guadagnato un posto fra i grandi del genere horror. Ma non solo. È stato anche il mentore di registi del calibro di Martin Scorsese, Francis Ford Coppola, Jonathan Demme, Peter Bogdanovic, Ron Howard, di attori come Jack Nicholson, Dennis Hopper e Robert de Niro. Come fondatore della New World Pictures, negli anni settanta, portò negli Stati Uniti i film di Fellini, Kurosawa, Bergman, Truffaut, vincendo in dieci anni più Oscar al miglior film straniero di tutti gli altri “studios”…

La rassegna, benché breve (ma sarebbe quasi impossibile fare una rassegna complessiva i suoi più di 400 film come produttore!), ci permette di inserirci nella sua complessa attività. Ce ne stanno quattro dei film del ciclo di Poe, La piccola bottega degli orrori, L’odio esplode a Dallas e I selvaggi, due film più attuali. Inoltre, ce ne stanno i film che Coppola, Scorsese e Demme girarono per Corman. Il programma (dal 18 al 29 aprile, sempre alle 21) si può vedere nell’apposita pagina del Palazzo delle Esposizioni. L’entrata è gratuita, fino ad esaurimento posti, e i possessori della membership card possono prenotare.

Leggi anche: Kirk Douglas, i 100 anni del volto della storia del cinema

Leggi anche

senzatetto-riconosciuta-a-roma
Roma

Giovane senzatetto avvistata a Roma non è Maddie McCann

Se n'è parlato tutto il giorno e poche ore fa finalmente il mistero è stato risolto. Il padre della giovane senzatetto che per molti assomigliava a Madeleine McCann, la bimba scomparsa in Portogallo nel 2007, ha riconosciuto la giovane; ma la sua identità non è quella di Madeleine: si tratta di Embla Jauhojärvi, una ragazza svedese di 21 anni che il padre ha spiegato soffrire della sindrome di Asperger. La giovane è stata fermata tra le strade del cento storico di Roma da diversi giornalisti, dopo che si era sparsa la voce della sua somiglianza con la bambina scomparsa nel Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*