Roma, filmato Ufo sul mare di Ostia COMMENTA  

Roma, filmato Ufo sul mare di Ostia COMMENTA  

Un oggetto volante non identificato è stato filmato ieri pomeriggio a Roma e il video è stato postato su YouTube. L’autore dell’incredibile filmato è Marco Canigiula, un 25enne che si trovava a Ostia, sul litorale romano, per girare un videoclip musicale in alta definizione ma nel corso delle riprese ha immortalato il passaggio di un Ufo sul mare. Il giovane, che al momento dell’avvistamento si trovava in via di Castelporziano, ha spiegato che il presunto disco volante è passato a grande velocità.

Leggi anche: “Se non fai sesso con me pubblico le tue foto hot”: arrestato per stupro


Il giovane ha immediatamente postato il video su YouTube lavorando sull’immagine per definire meglio i contorni dell’Ufo: “La qualità del video in Full Hd – ha spiegato Marco Canigiula – mi ha permesso di processare l’immagine fino ad ottenere una sagoma dettagliata, precisa, dell’oggetto.

Leggi anche: Bidello addormenta uno studente per violentarlo. Sul cellulare trovati sms hard agli alunni

In fase di editing ho utilizzato un processo “bump mapping” che permette di aumentare la complessità dell’immagine, mettendo così in risalto dettagli che normalmente non sarebbero visibili”.

Leggi anche

Gabriella Fabbiano: trovata morta nella cava legata e imballata
Cronaca

Gabriella Fabbiano: trovata morta nella cava legata e imballata

Gli inquirenti stanno indagando sulla morte di Gabriella Fabbiano. La donna di  43 anni strangolata e poi  gettata in una cava di Cernusco sul Naviglio, a pochissimi  km da casa sua.    Il suo assassino potrebbe essere stato accecato dalla gelosia, anche se gli inquirenti non escludono altre piste. L'autopsia, è stata effettuata questa mattina alle 8, ed avrà sicuramente rivelato le reali cause della morte di Gabriella Fabbiano. Le indagini sono portate avanti dai carabinieri della compagnia di Cassano d'Adda insieme con il Nucleo investigativo di Monza, sono però coordinati  dai pm Alberto Nobili e Francesco Cajani. Pare che Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*