Roma, il Vaticano attacca Virginia Raggi: Capitale in stato di abbandono COMMENTA  

Roma, il Vaticano attacca Virginia Raggi: Capitale in stato di abbandono COMMENTA  

virginia-raggi-vaticano

Anche l’Osservatore Romano attacca Virginia Raggi. Il sindaco non partecipa al Festival di Azione Cattolica per impegni personali.

L’Osservatore Romano ha attaccato il sindaco di Roma Virginia Raggi. In un articolo pubblicato ieri dal quotidiano del Vaticano si leggeva che “a Roma è bastato un breve temporale di fine estate per allagare e paralizzare molti quartieri”.

Il Vaticano denuncia lo stato di abbandono di Roma: la Capitale è in “stato di abbandono”

L’Osservatore Romano ha puntato il dito contro lo “stato di abbandono” in cui verserebbe Roma. “Pochi minuti di pioggia sono bastati per provocare la caduta di numerosi alberi” si legge nell’articolo, “danneggiando automobili e mettendo a serio rischio l’incolumità dei cittadini. Molte strade, soprattutto nei quartieri meridionali, sono state letteralmente allagate a causa della mancata pulizia, ormai cronica, delle caditoie”.

Alle accuse relative ad uno dei problemi più vecchi (più vecchio, in questo senso, dell’insediamento stesso di Virginia Raggi) della gestione cittadina, quello della manutenzione di strade e verde, nessuna replica, per ora, da parte di Virginia Raggi. Il sindaco ha fatto sapere che non presenzierà, al contrario di quanto previsto, al Festival di Azione Cattolica nell’aula Paolo VI. “Impegni personali” è la giustificazione addotta dallo staff Raggi, anche se è chiaro che al momento i rapporti con il Vaticano sono piuttosto tesi.


14 i nomi per l’assessorato al Bilancio, per ora nessuna ipotesi per Ama e Atac

Fra i 14 nomi per l’incarico di assessore al Bilancio ci sarebbero anche quelli del generale della Guardia di Finanza Ugo Marchetti (ritenuto però poco probabile), di Daniela Morgante, già nella giunta Marino, di Antonio Carmine Lacetra, Alessandro Pantoni, Saverio Canepa, Massimo Zaccardelli, Nino Galloni e Lucrezia Reichlin, tutti economisti.

Dopo la nomina di Manuel Fantasia, non si registrano ancora ipotesi per quanto riguarda i posti ad oggi vacanti in Ama e Atac.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*