Roma: la Polizia Municipale ha un nuovo comandante

Roma

Roma: la Polizia Municipale ha un nuovo comandante

La Polizia Municipale di Roma ha un nuovo comandante, si tratta di Carlo Buttarelli; alle spalle ha 28 anni di servizio , molti dei quali trascorsi a capo del Gruppo Intervento Traffico. Toccherà a lui salvare la faccia al corpo dei vigili urbani, persa ignobilmente a causa di continui scandali, come il racket delle licenze o le multe usate come un grimaldello, e riscattare la torbida eredità lasciata da Angelo Giuliani. Il povero Buttarelli avrà un bel da fare anche perché il suo predecessore aveva riorganizzato i vertici della polizia municipale piazzando gli “amici della cricca”, pertanto i nomi sono sempre gli stessi. Attualmente ci sono cinque Virgili Urbani ed un geometra del Comune indagati per concussione; il mese scorso ne sono stati arrestati altri tre, di cui uno, Duilio Valente è stato accusato per avere incassato una mazzetta di 10 mila euro dai fratelli Bernabei. Valente è l’autista di uno dei comandanti promossi da Giuliani, ma su di loro pende un ricorso presentato da un comandante scavalcato in corsa.

Il comandante del I Municipio è Stefano Napoli, incaricato a Marzo di fare pulizia nella sezione edilizia ed amministrazione, fulcro degli scandali e dei rapporti di fiducia tra potere e cittadini. Appena cominciarono ad emergere le prime indiscrezioni, Napoli decise di trasferire 30 addetti, ma grazie ad una protesta sindacale tutto rimase invariato. le cose sono andate diversamente per i responsabili della sezione Giudiziaria del I° Gruppo: le loro scrivanie erano sommerse di fascicoli scottanti, che gli uomini avevano preso troppo seriamente. Risultato? Sono stati tutti trasferiti. Al capo del Git poi c’è tale Fanelli, vicepresidente del circolo sportivo su Lungotevere Dante, di cui…badate bene è presidente proprio Giuliani e la moglie segretario. In tutta questa vicenda i fratelli Bernabei protestano perché sarebbero stati costretti a finanziarlo per anni grazie a innumerevoli lavori di ristrutturazione, rinfreschi, pagamenti di salatissime bollette e via discorrendo. La magistratura interviene contestando il fatto che il circolo possa essere considerato privato dato che i soci sono tutti vigili urbani e sette di essi, sebbene stipendiati dal Comune, risultino distaccati.

Probabilmente l’intento dell’ex Comandante era quello di restare attaccato alla poltrona, ma non si esclude che con le promozioni da lui effettuate, abbia agito d’anticipo, difatti la presenza dei vecchi commilitoni blocca ogni tentativo di rinnovamento. Ricordiamo che Giuliani è stato nominato da Veltroni , ma pur di restare al potere era disposto a farsi appoggiare dal Pdl ed è famoso per la sua amicizia con il geometra “tuttofare Paolo Gagliardi, l’uomo giusto a cui rivolgersi per avere una licenzia senza troppi problemi e burocrazie. Gagliardi è altresì comproprietario con Luigi Ippoliti di un ristorante a Piazza Mignanelli e vicepresidente della Prima Circoscrizione. Insomma Buona Fortuna Buttarelli!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche