Roma, omicidio Fulli: c’è un fermo

Cronaca

Roma, omicidio Fulli: c’è un fermo

parrucchiere

Prima di essere ucciso, sarebbe stato sequestrato e avrebbe subito sevizie. Questo secondo la prima ricostruzione per l’omicidio Daniele Fulli, il parrucchiere 27enne omosessuale il cui corpo è stato trovato due giorni fa nella Capitale, sugli argini del Tevere.

La Squadra mobile di Roma ha fermato una persona. Dell’uomo si erano perse le tracce il 4 gennaio scorso. A occuparsi delle indagini è il procuratore aggiunto Pierfiliipo Laviani che, con il pm Maria Caterina Sgrò, sta procedendo per omicidio volontario. Probabile, secondo gli inquirenti, che l’uomo sia stato ucciso altrove e poi lasciato nel canneto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...