Roma, pareggio con rimpianto - Notizie.it

Roma, pareggio con rimpianto

Roma

Roma, pareggio con rimpianto

Una Roma rimaneggiata ferma la corsa della Juventus verso la vetta del campionato. I giallorossi sfoderano l’orgoglio in una partita combattuta e giocata a viso aperto da entrambe le squadre, e sono proprio i ragazzi di Luis Enrique ad avere il rimpianto maggiore per aver sprecato con Totti il rigore del 2-1.

Il tecnico spagnolo deve fare i conti con numerose assenze e schiera Taddei a sinistra, De Rossi centrale a fianco di Heinze e Josè Angel a sinistra; a centrocampo Greco e Pjanic affiancano l’esordiente Viviani (classe ’92), mentre Lamela, Totti e Osvaldo formano il tridente d’attacco. Passano cinque minuti e la Roma è già in vantaggio: calcio d’angolo battuto da Totti che scambia con Pjanic, cross dall’area piccola e deviazione vincente di De Rossi per l’1-0. Il gol ha il potere di svegliare la Juventus che mette all’angolo i gialloossi, che si difendono bene ma non hanno la forza e la lucidità per ripartire in contropiede.

La partita si gioca tutta nella metà campo giallorossa ma la difesa capitolina, condotta da un Heinze monumentale, stavolta non concede spazi e si va all’intervallo con la Roma meritatamente in vantaggio.

Nella ripresa la Roma scende in campo più tonica e la Juventus trova più difficoltà a trovare spazi, ma con un’azione quasi casuale i bianconeri trovano il pareggio: apertura di Pirlo a sinistra per Estigarribia, il cui tiro sbagliato diventa un assist d’oro per Chiellini che anticipa Stekelenburg e insacca di testa.

Passa un solo minuto e la Roma ha l’occasione per passare di nuovo: percussione del neo entrato Simplicio che viene fermato in area, la palla arriva a Lamela che viene steso da Vidal; l’arbitro fischia il primo rigore per i giallorossi in questo campionato, ma Totti si fa parare il tiro da Buffon.

La gara diventa un match senza esclusione di colpi, con occasioni da entrambe le parti. Conte cambia gli attacanti inserendo Quagliarella per Matri e Giaccherini per Estigarribia, Luis Enrique risponde sostituendo Pjanic con Perrotta. Gli ultimi minuti sono di grande intensità, con Stekelenburg che esce a valanga su Quagliarella e poi con Totti che si trova quasi da solo davanti a Buffon ma non trova il tempo per concludere a rete.

Finisce in parità, ma stasera la Roma ha finalmente dato ai suoi tifosi le risposte che si aspettavano: una squadra grintosa, con meno possesso di palla ma con più concretezza, che con un pò di fortuna in più avrebbe potuto fare sua l’intera posta.

Sarà un episodio isolato o è l’ inversione di tendenza che tutti si auguravano ? Al posticipo di domenica sera a Napoli l’ardua sentenza.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche