Calciomercato Roma, ecco la prima scelta per il dopo Spalletti

Calcio

Calciomercato Roma, ecco la prima scelta per il dopo Spalletti

Roma, Spalletti ennesimo atto: "Giornalisti? Sfigati! Solo capaci a fare oroscopi"
Roma, Spalletti ennesimo atto: "Giornalisti? Sfigati! Solo capaci a fare oroscopi"

Calciomercato Roma che esplode dopo l'eliminazione della squadra dalla Tim Cup per mano della Lazio. Numerosi i nomi dei papabili del dopo Spalletti

L’eliminazione della Roma dalla Tim Cup riporta in auge la possibilità di un cambio di allenatore. Luciano Spalletti non è più tanto sicuro di proseguire sulla panchina della società capitolina. Così i nomi del possibile successore stanno uscendo in questi giorni. Il tutto in attesa di ufficializzare l’arrivo del direttore sportivo proveniente dal Siviglia.

La margherita sfogliata dalla dirigenza giallorossa porta i nomi di Conte, Sampaoli, Emery, Pochettino e Sarri. Piste assolutamente non facili. La più intrigante ma pure la più difficile è quella inerente a Antonio Conte, attualmente al Chelsea. Un primo approccio c’è stato con Franco Baldini ma lo stesso allenatore leccese ha fatto sapere di voler proseguire nell’avventura londinese.

Molto dura la pista che porta anche a Sampaoli. Il mister del Siviglia ha numerose richieste in giro per l’Europa e pure la stuzzicante chiamata della Nazionale Argentina. Certamente lascerà la società andalusa ma da qui a dire che possa arrivare in Italia appare davvero duro.

Restano così in ballo le piste che portano a Emery, ora in Francia al Paris Saint Germain, Pochettino che sta lavorando, bene, in Inghilterra, casa Tottenham e infine Sarri che a Napoli lavora sempre tra l’incudine (il presidente De Laurentiis) e il martello (i tifosi). Il tecnico dei campani avrebbe la riconferma assicurata ma anche dalla terra del Vesuvio le voci di un possibile divorzio non sono così tanto campate in aria.

Luciano Spalletti così prosegue nel suo lavoro in questo finale di campionato che vede la Roma lottare per il secondo posto proprio con il Napoli di Sarri.

Al termine della sfida di Tim Cup vinta 3 a 2 contro la Lazio ma che ha estromesso comunque Totti e compagni dalla finale contro la Juventus a causa della gara di andata, lo stesso tecnico ha precisato, tra le altre cose, che: “Il mio destino è nelle mie mani. Non l’ho messo nelle mani di nessuno se non ai miei calciatori”.

Resta il fatto che la spada di Damocle sul tecnico futuro giallorosso sia calata clamorosamente. Le prossime giornate saranno assolutamente importanti per capire quale futuro possa avere Spalletti alla Roma. Evidente come un rush finale positivo possa aumentare le percentuali di una sua permanenza nella Capitale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche