Roma: ritrovato il corpo del piccolo Claudio Franceschelli - Notizie.it
Roma: ritrovato il corpo del piccolo Claudio Franceschelli
Cronaca

Roma: ritrovato il corpo del piccolo Claudio Franceschelli

E’ del piccolo Claudio Franceschelli il corpo ritrovato lo scorso 29 marzo nel Tevere, a Fiumicino, presso la testata di una banchina all’altezza di Via Col del Rosso. Lo ha comunicato ufficialmente poche ore fa i carabinieri del Nucelo Radiomobile di Roma. Finiscono quindi nel più terribile ma purtroppo anche nel più previsto dei modi in una fredda giornata primaverile le speranze di ritrovare in vita il bimbo di tre anni gettato nel fiume oltre due mesi fa (era il 4 febbraio) dal padre, Patrizio Franceschelli, presso Ponte Mazzini, al culmine dell’ennesima lite con la compagna: “Se mi lasci ammazzo tuo figlio” aveva esclamato in quello che si pensava fosse solo una minaccia di uno scatto di ira.

Ed invece il film dell’orrore è andato in scena esattamente così: strappato Claudio dalle braccia della nonna, l’uomo è sparito con il bimbo. Da quel momento partì una lunga corsa alla testimonianza: c’è chi giura di avere visto con i propri occhi Franceschelli gettare Claudio nel Tevere tanto che pochi metri dopo la Polizia riuscì ad arrestarlo.

Le ricerche non si sono mai arrestate ben sapendo che le speranze di restituire il piccolo all’affetto di mamma e nonna erano quasi ridotte allo zero: così il ritrovamento del corpicino, irriconoscibile ed in avanzato stato di decomposizione, era suonato come un sinistro presagio per le due donne. Ma mentre la madre si era chiusa in un drammatico silenzio, Nonna Rita se l’era addirittura sognato il suo nipotino ed in fondo una piccola speranza la coltivava, prima che questa venisse rasa al suolo dagli accertamenti sul Dna effettuati dai Ris. E da una minaccia che nessuno pensava potesse tradursi in realtà.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche