Roma, sfregia uno dei pilastri del Colosseo: denunciato 55enne ecuadoregno

Roma

Roma, sfregia uno dei pilastri del Colosseo: denunciato 55enne ecuadoregno

colosseo

Ancora un atto vandalico ai danni di uno dei monumenti più noti di Roma: fermato un ecuadoregno di 55 anni colto nell'atto di sfregiare il Colosseo con una moneta

Abbiamo nuovamente a che fare con persone incivili che danneggiano gli edifici storici. Questa volta, come molte già in passato, è successo nuovamente a Roma.

Il responsabile del misfatto è un cittadino dell’Ecuador di 55 anni. Il turista è stato denunciato a piede libero e accusato di danneggiamento aggravato su edifici di interesse artistico e storico. Lo straniero pare abbia inciso su uno dei pilastri del Colosseo i nomi di sua moglie e di sua figlia. Ad accorgersi del fatto, lo scorso lunedì pomeriggio, è stato proprio il personale addetto alla vigilanza della Soprintendenza Speciale del Colosseo. Subito sono stati avvistati i carabinieri.

Quando è stato notato, l’ecuadoregno 55enne aveva appena finito di incidere su uno dei pilastri dell’Anfiteatro Flavio le scritte “Rachid 2017” e “Diana”. Ovvero rispettivamente i nomi della moglie e della figlia. Stava adoperando una moneta da 1 euro. L’uomo, immediatamente fermato, è stato condotto nella attigua caserma dei carabinieri di via Tasso.

Il Colosseo sotto osservazione

Già da tempo la Soprintendenza romana sta pensando a un piano anti-vandali tramite una riorganizzazione di tutto l’area.

Dalla piazza fino a una zona rossa che dovrà essere presidiata 24 ore su 24. Lo scopo sarebbe quello di eliminare le recinzioni e le barriere che si trovano intorno ai monumenti, a partire dall’Arco di Costantino. Si dovrà poi realizzazione un anello di “divieto d’accesso” tutto intorno al Colosseo, con dissuasori e un allarme tecnologico, il tutto sempre sotto l’occhio vigile di carabinieri e polizia.

Solo poche settimane fa Francesco Prosperetti, soprintendente per i Beni Archeologici di Roma, aveva rilasciato una dichiarazione importante. “Troppo sovente i nostri monumenti vengono deturpati da gesti senza senso. Abbiamo intenzione di rendere il Colosseo decisamente più decoroso e sicuro. Con anche la sistemare all’esterno dal Colosseo di alcuni servizi incompatibili, come i bagni pubblici. Oltre a una più decorosa collocazione delle biglietterie”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche