Roma truffata: indagati un giornalista e due speaker

Roma

Roma truffata: indagati un giornalista e due speaker

La As Roma sarà anche diventata americana ma siamo pur sempre in Italia dove come ricorda un vecchio film di Totò si può perfino cercare di vendere la fontana di Trevi. E ci vorrà del tempo prima che Trigoria riesca a liberarsi del risentimento di chi è rimasto fuori da un progetto che decollerà presto.

Siamo alla vigilia del derby di Roma. La “Iena” Paolo Calabresi viene avvinato da un giornalista in pensione, Roberto Renga, storica firma di Paese Sera e Messaggero, uomo di punta della vecchia società. Il giornalista afferma di avere in mano dei documenti, nella fattispecie degli sms, in grado di distruggere l’immagine pubblica e privata di Franco Baldini, attuale Direttore Generale della As Roma e di Mauro Baldissoni, avvocato membro del cda..

La Iena sente odore di bruciato e registra la conversazione portandola successivamente alla Digos dove vengono ascoltati in qualità di testimoni oltre a Franco Baldini, anche Walter Sabatini Direttore Sportivo della Roma e Mauro Baldissoni. L’inchiesta viene portata avanti con pedinamenti e testimonianze. Vengono fuori dei compagni d’avventura di Renga: suo figlio Francesco e un paio di voci delle radio romane molto conosciute come Giuseppe Lo Monaco e Mario Corsi, detto “Marione“. Tutti, ora, sono indagati per diffamazione mentre la Digos ha recuperato da casa Renga le prove della truffa. Oggi chi vive a Roma, ascoltando la Radio, si divertirà sicuramente.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...