Romania: la Fortezza di Poenari, il “vero” Castello di Dracula - Notizie.it

Romania: la Fortezza di Poenari, il “vero” Castello di Dracula

Viaggi

Romania: la Fortezza di Poenari, il “vero” Castello di Dracula

Fortezza di Poenari

Quando si pensa al “Castello di Dracula”, si pensa a quello di Bran, situato nell’omonimo villaggio della Transilvania, in Romania, che effettivamente ispirò lo scrittore irlandese Abraham (Bram) Stoker (8 novembre 1847, Clontarf – 20 aprile 1912, Londra) per il suo romanzo – pubblicato nel 1897 -, ma non appartenne al vero personaggio su cui si basa la figura del Conte Dracula, il voivoda (principe) Vlad III di Valacchia (Sighișoara novembre o dicembre 1431 – dicembre 1476 o gennaio 1477). Questi era figlio di Vlad II Dracul, “Il Drago” in quanto membro dell’omonimo ordine: lo stesso nome rumeno “Dracula” significa “Figlio del Drago” (poi del “Diavolo”); l’Ordine del Drago era un ordine militare che aveva tra i suoi scopi quello di proteggere il cristianesimo dall’avanzata degli ottomani musulmani in Europa orientale. Vlad III di Valacchia è passato alla storia con il terribile nome di Vlad Țepeș (Vlad l’Impalatore), ma in Romania è considerato un eroe nazionale proprio perché, nel febbraio del 1462, la salvò dai turchi sia a nord che a sud del Danubio – facendo impalare i nemici -.

Egli, a causa della crudeltà usata contro i mercanti sassoni, sarebbe stato prigioniero nel Castello di Bran per due mesi per volontà di Mattia Corvino, re d’Ungheria, detto “Il Giusto” (Matei Corvin, 23 febbraio 1443, Cluj-Napoca, Romania – 6 aprile 1490, Vienna), ma visse nel castello – fortezza di Poenari, situato nella città di Arefu e affacciato sul fiume Argeş – dove sembra si fosse gettata la sua prima moglie, appresa la falsa notizia che Vlad era stato ucciso dai turchi – . L’edificio, che risulta dunque essere il “vero” castello di Dracula, fu costruito nel XIII secolo sotto i Basarabidi – la dinastia che fondò il Regno di Valacchia a sud della Transilvania – e nel XIV secolo divenne la loro principale residenza. Pochi decenni più tardi, il castello venne abbandonato e andò in rovina fino al XV secolo, quando Vlad III lo fece ristrutturare e rafforzare. Dopo la sua morte, tuttavia, venne nuovamente abbandonato. E così è rimasto.

[Gallery]

1 / 7
1 / 7
Fortezza di Poenari
Vlad III di Valacchia detto "l'Impalatore"
Scalinata per arrivare al castello
La Cittadella di Poenari
Altra veduta del castello
Castello a strapiombo
"Dracula" (1958) con Christopher Lee

1 Commento su Romania: la Fortezza di Poenari, il “vero” Castello di Dracula

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche