Rosanna: negato il suo diritto a laurearsi perché disabile

20120809-095827.jpg

Ruvo di Puglia (Bari) – Siamo in paese inadeguato sotto diversi aspetti. Per i giovani non si fa nulla, ancora meno, forse, si fa per gli anziani e per chi come Rosanna, 19 anni, è disabile beh…

Leggi anche: Bari, pronti per la costruzione del villaggio Agebeo

stendiamo un velo pietoso. Rosanna, affetta dalla sindrome di Werdnig-Hoffman, è costretta a vivere su una sedia a rotelle. É malata da quando aveva 4 anni, alta 90 centimetri per 20 kg.

Leggi anche: Valeria Marini aggredita a Bari

Rosanna però ha qualcosa che a molti, anzi, a troppi manca, specialmente a chi ricopre incarichi importanti: un cervello grande così. Rosanna si è diplomata con 100 e lode, ha le potenialità per fare qualcosa d’importante se non le fosse impedito di studiare.

Da parte di tutte le facoltà di psicologia cui si è rivolta, l’è stata negata l’iscrizione. La questione è economica, il sistema fatto di computer e webcam con il quale Rosanna ha studiato al liceo “Sylos” di Ruvo di Puglia (Bari) sembra essere troppo costoso per gli atenei italiani, almeno questa è la risposta ricevuta.

L'articolo prosegue subito dopo

Sembra persino difficile crederlo, forse è più una questione di disinteresse, menefreghismo. Un problema in meno per qualche preside svogliato. Dopotutto, l’Italia non è mai stata la patria del merito.

Leggi anche

Bari, pronti per la costruzione del villaggio Agebeo
Bari

Bari, pronti per la costruzione del villaggio Agebeo

Si è tenuto ieri, 21 settembre 2016, l’avvio al cantiere per la costruzione del villaggio Agebeo. La colata di cemento in un pilastro è stato il via simbolico di un sogno che Michele Farina e tutti i volontari dell’ Agebeo hanno costruito per anni. Il loro sogno era costruire un villaggio dell’accoglienza per i genitori dei piccoli bimbi malati di tumore. Per realizzarlo fin’ora sono stati raccolti circa 400000 euro. Quasi tutti i fondi vengono da donazioni sia date all’agebeo che da 30 ore per la vita. Il comune ci ha messo il suolo ma serve ancora tanto. Il suolo Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*