Roussef attacca gli Stati Uniti: “Accusati di spionaggio” COMMENTA  

Roussef attacca gli Stati Uniti: “Accusati di spionaggio” COMMENTA  

NEW YORK: Il Presidente del Brasile, Dilma Rousseff, ha lanciato un attacco allo spionaggio americano durante l’assemblea generale delle Nazioni Unite, accusando di violare la legge internazionale in base alle informazioni personali riguardo i cittadini brasiliani e lo spionaggio che ha luogo nelle industrie strategiche del paese.


Il discorso del Presidente brasiliano è stato un attacco a Obama, che stava aspettando per consegnare il suo indirizzo all’assemblea delle Nazioni Unite. Ha anche stabilito una visita a Washington per protestare contro lo spionaggio, dopo che i documenti NSA legati al presidente hanno rivelato che il presidente brasiliano faceva telefonate alle ambasciate e spiavano sulla corporazione petrolifera della Petrobras.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*