Rovigo, bimbo disabile picchiato e frustato: rimane a casa per paura

News

Rovigo, bimbo disabile picchiato e frustato: rimane a casa per paura

Rovigo, bimbo disabile picchiato e frustato: rimane a casa per paura
Rovigo, bimbo disabile picchiato e frustato: rimane a casa per paura

L’ennesimo caso di bullismo è successo a Rovigo con un bimbo disabile che è stato picchiato e frustato. La madre denuncia la scuola.

Un bimbo disabile ha subìto le accuse peggiori da un gruppo di bulli che lo hanno picchiato e frustato e la madre ora stanca, lo lascia a casa perché teme possano fare ancora più del male a suo figlio.

Il fatto è accaduto in una scuola elementare di Rovigo, dove una madre, vedendo che il figlio non usciva da scuola, ha poi scoperto che era in compagnia del bidello che gli stava medicando le ferite, in quanto picchiato e frustato dai bulli della scuola.

Siccome non è la prima volta che accadono episodi del genere e dal momento che il bambino è vittima dei bulli della scuola da due anni, la madre del bambino ha deciso di denunciare il tutto alla polizia, oltre a postare sul suo profilo Facebook le immagini e le foto che riportano le ferite subite dal figlio a causa dei bulli in modo che tutti prendano coscienza di quanto successo.

Un bambino, Lorenzo, il suo nome, che ha subìto più volte soprusi, da un orecchio tagliato sino a un calcio nei testicoli. La madre ora dice basta e accusa la scuola di non aver fatto abbastanza o nella peggiore delle ipotesi, nulla per proteggere suo figlio.

La donna ha provato a cambiare la scuola al bambino, ma nessuno sembra accettare bambini disabili e la scuola minimizza, affermando che è stato solo un incidente e che la madre non è mai andata a parlare né con il dirigente né con i docenti denunciando atti di questo tipo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche