Rubavano documenti e li rivendevano a immigrati - Notizie.it

Rubavano documenti e li rivendevano a immigrati

Cronaca

Rubavano documenti e li rivendevano a immigrati

Venti persone in manette a Melito, Giugliano, Santa Maria Capua Vetere, Teverola, Frignano, tra la Puglia e la Campania. L’accusa: rubavano documenti e li rivendavano agli immigrati irregolari. L’operazione è scattata su richiesta del sostituto procuratore Guglielmo Cataldi, della direzione Antimafia di Lecca. Nello specifico il capo d’accusa è di associazione per delinquere finalizzata al furto di armi e documenti d’identità presso gli uffici anagrafe e di polizia locale, detenzione e porto abusivo di armi, ricettazione, contrabbando di sigarette e altro. Tutto aveva preso le mosse da un furto avvenuto a Gallipoli, nel luglio 2014, quando sparirono 12 pistole, 200 cartucce e 1050 carte d’identità. Furto analogo in agosto, negli uffici del comune di Parabita, dove a finire nelle mani dei ladri furono 350 carte d’identità. Una somiglianza che attirò l’attenzione degli inquirenti, che in meno di un anno hanno individuato un gruppo criminale con base a Melito, specializzato proprio in questo tipo di furti.

Le carte d’identità erano poi vendute a siriani, albanesi, palestinesi, iraniani e afghani.

1 Trackback & Pingback

  1. Rubavano documenti e li rivendevano a immigrati | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche