Russia: in manette oppositori di Putin

Esteri

Russia: in manette oppositori di Putin

Un centinaio di oppositori russi, fra cui due leader della protesta anti-Putin, sono stati arrestati oggi a Mosca, durante una manifestazione organizzata davanti alla torre della televisione.

I manifestanti, circa cinquecento persone, hanno protestato contro la televisione Ntv, il canale statale che più volte ha preso posizione contro gli oppositori del Cremlino e che lo scorso 15 marzo ha trasmesso un documentario intitolato “Anatomia della protesta”, che sostiene che gli organizzatori del movimento “per elezioni oneste” abbiano pagato buona parte dei manifestanti, che hanno partecipato ai raduni.

“Le armi principali di Putin sono la menzogna e la propaganda e sono efficaci nel proteggerlo tanto quanto i manganelli della polizia”, ha commentato Boris Nemtsov, uno dei leader della protesta, poco prima di essere ammanettato e arrestato.

Marika Nesi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche