Russia: Putin accusa le opposizioni

Esteri

Russia: Putin accusa le opposizioni

Mosca. Il premier e candidato alle elezioni presidenziali Vladimir Putin ha attaccato le opposizioni, accusandole di favorire brogli elettorali, volti alla delegittimazione del voto, che si terrà il prossimo 4 marzo e che è ritenuto dai russi l’evento elettorale più atteso dagli anni Novanta.

L’accusa è stata resa nota dal premier russo poche ore fa, durante un incontro tenutosi a Mosca con i suoi sostenitori. “Noi sappiamo che qualcuno già si prepara ad usare dei meccanismi che servono per provare che le elezioni sono falsificate”, ha dichiarato Putin, concludendo che “Loro stessi faranno brogli, loro stessi controlleranno, loro stesso li renderanno pubblici. Noi lo vediamo e lo sappiano”.
Nel frattempo, i contestatori si preparano alle proteste di piazza dopo la chiusura delle urne, nonostante l’autorità non abbia autorizzato eventuali raduni.

Marika Nesi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche