Russia, Putin ammette violazioni COMMENTA  

Russia, Putin ammette violazioni COMMENTA  

“Ci sono state violazioni. Dobbiamo identificarle tutte, eliminarle e fare in modo che tutti ne siano al corrente”, lo ha dichiarato il neoeletto premier Putin, poche ore fa, nel corso di un convegno di avvocati a Mosca, aggiungendo di contare, in questo senso, “Sul massimo del controllo e sul monitoraggio della situazione’.

Vladimir Putin ammette, quindi, che ci sono state irregolarità nel corso delle elezioni presidenziali di domenica 4 marzo e chiede, pertanto, l’apertura di un’inchiesta.


Intanto, gli osservatori dell’Osce sulle elezioni presidenziali hanno dichiarato che il voto e’ stato chiaramente “deviato” a favore di Putin e hanno espresso, inoltre, preoccupazione per le irregolarità procedurali e sottolineato che le eventuali violazioni dovranno essere chiarite.


Vladimir Putin ha ottenuto il suo terzo mandato con il 63,75% dei voti.

 

Marika Nesi

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*