Saccheggiavano gli ospedali per rifornire gli studi privati COMMENTA  

Saccheggiavano gli ospedali per rifornire gli studi privati COMMENTA  

ospedalle Asti

Asti: ospedale pubblico saccheggiato per rifornire studi privati. 4 medici, una infermiera e una addetta alle pulizie arrestati.

L’ospedale Civile di Asti, in provincia di Torino, è stato saccheggiato da 4 medici, una infermiera, 5 impiegati e una addetta alla pulizia. Attualmente sono sospesi e sotto arresto domiciliare. I medici e l’infermiera sono accusati di furto aggravato e e truffa ai danni del servizio sanitario. I saccheggi sono stati realizzati da parte del personale nel riparto Otorinolaringoiatria dell’ospedale d’Asti. Le prime valutazioni confermano che il furto ha un valore di 15.000 euro circa. Le indagini, attualmente in corso, sono dal eseguite dai carabinieri del Nas della città di Alessandria. Al momento sono state realizzate 8 perquisizioni personali e locali su richiesta della Procura.


L’attività investigativa avviata lo scorso novembre, ha permesso scoprire i furti reiterati del materiale sanitario come farmaci e ferri chirurgici. Questo materiale, veniva poi utilizzato negli studi privati.

Una prova decisiva dei reati, sono state l’immagine delle telecamere di videosorveglianza installate dai Carabinieri sotto richiesta della Procura. Ad avviare tutta la vicenda è stata avviata grazie alla denuncia della caposala del reparto.

Antonio Saitta -assessore alla sanità di Torino ha dichiarato  “sono indignato e sconcertato nell’apprendere che operatori sanitari possano commettere gravi reati (truffa e peculato) e approfittarsi della sanità pubblica”. Le sospensioni e gli arresti domiciliari degli accusati sono stati realizzati nel corso della giornata odierna.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*