Saguccio il paese fantasma

Guide

Saguccio il paese fantasma

Siamo nel comune di Bagaladi, in provincia di Reggio Calabria. Una zona del territorio calabrese abbandonata da molto tempo, ma non da tutti. Il comune comprende – oltre al centro città – quattro frazioni poco abitate: Case sparse, Embrisi, Ielasi e Saguccio. Quest’ultimo, nonostante sia di grande rilevanza storica (come leggerete fra poco) ha una popolazione di soli quattro abitanti. Un uomo e tre donne. Gli ultimi depositari di una storia indimenticabile. Saguccio fu infatti uno dei primi luoghi raggiunti da Garibaldi. Le sue origini risalgono però all’azione di monaci basiliani che intorno all’anno 1000 costruirono nel territorio delle chiese e dei monasteri che favorirono poi l’insediamento della popolazione nel circondario.
Ad oggi però è un borgo letteralmente abbandonato, anche se molto romantico e immerso nella natura incontaminata. Dei venti edifici presenti nel paese di Saguccio, solo tre sono abitati. Questo antico borgo, nonostante abbia vissuto un epoca florida al tempo in cui era stato creato un opificio, è ora ritornato ad essere un territorio di pascolo, di coltivazione e di relax per coloro i quali – conoscendolo – decidono di farne la meta dei loro giorni di “vacanza”.

Il paesaggio che si può ammirare al di là dei colli, mozzerebbe il fiato a chiunque. Da Saguccio infatti si può ammirare in tutto il suo splendore la cima dell’Etna fumante, oltre che i dolci declivi del territorio reggitano e i brandelli ormai logori di una storia che non andrebbe dimenticata.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Enrica Marrelli 451 Articoli
Laureata in Teoria della Comunicazione e Comunicazione Pubblica presso l'Università della Calabria. Amo la lettura ma mi appassiona anche il grande e il piccolo schermo.
Contact: Facebook