Saint – Julien A.O.C. Le Petit Lion du Marquis de Las Cases 2009, Château Léoville Las Cases COMMENTA  

Saint – Julien A.O.C. Le Petit Lion du Marquis de Las Cases 2009, Château Léoville Las Cases COMMENTA  

Domaine de Léoville, una delle più antiche tenute del Medoc, nel bordolese, apparteneva ad alcune delle più ricche e più influenti famiglie nobili, prima che venisse acquistato dalla famiglia Las Cases. La tenuta è stata divisa tra il 1826 e il 1840 a seguito della Rivoluzione francese. Château Léoville Las Cases è stato creato grazie ad una sorta di diritto di nascita, dai 3/5 del patrimonio originale, comunque da quello che era il cuore del dominio. Léoville Las Cases è stato gestito sino ad ora dalla stessa famiglia dal diciannovesimo secolo ed è oggi rappresentata da Jean-Hubert Delon, unico proprietario del castello e proprietario anche di Château Potensac nel Medoc e Château Nenin in Pomerol, tutti facenti parti dei Domaines Delon.

Leggi anche: Savoie A.O.C. Cuvee Gastronomie Mondeuse Vieilles Vignes 2015, Jean Perrier et Fils


Dei tanti vini di qualità che qui vengono prodotti, dei quali ricordiamo l’eccellente Grand Vin de Léoville, oggi stappiamo il Saint – Julien A.O.C. Le Petit Lion du Marquis de Las Cases, un vino costituito per quanto riguarda l’annata 2009 da un 71% di Merlot e da un 29% di Cabernet Sauvignon. Di colore rosso rubino acceso e luminoso, di grande consistenza nel calice, offre al naso inizialmente un profilo ricco di frutta rossa, lamponi, more, susina, a cui fanno seguito pepe in grani, viola essiccata, spezie dolci e cuoio; al palato calore e morbidezza si accompagnano a freschezza e sapidità, con un impianto tannico leggero, rotondo e molto piacevole. E’ un vino di spessore e di ottima struttura, che riesce a trasmettere tutta l’essenza del Merlot, ben coadiuvata dalla struttura più corposa del Cabernet Sauvignon.

Leggi anche: Alsace Grand Cru A.O.C. Riesling Grand Cru Wineck – Schlossberg 2014, Domaine Jean – Marc Bernhard


Lungo e pieno il finale, lo proverei in abbinamento con i formaggi stagionati.

Leggi anche

air-visual-earth
Ambiente

Air Visual Earth: ecco la mappa mondiale dell’inquinamento

E' online la prima mappa mondiale dell'inquinamento dell'aria, si chiama Air Visual Earth. A crearla un team internazionale di ricercatori. Si chiama Air Visual Earth ed è la prima mappa mondiale che mostra la qualità dell’aria del nostro pianeta. Per la prima volta, una rappresentazione di questo genere è stata resa disponibile online. Air Visual Earth mostra in tempo reale la situazione dell’inquinamento sulla superficie della Terra. E’ stata predisposta da un gruppo di ricercatori di vari Paesi, che hanno lavorato sotto il coordinamento di Yann Boquillod, mettendo assieme i dati rilevati dai satelliti e da circa 8 mila stazioni Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*